Google e Tesla per l’auto senza pilota

Google e Tesla per l’auto senza pilota

Sarà l’automobile del futuro, è elettrica, si guida da sola e potrebbe essere pronta tra cinque anni


Da un lato c’è Google, dall’altro Tesla Motors, azienda leader nel campo delle vetture elettriche della quale il gruppo di Mountain View possiede una quota in partecipazione   da prima ancora che venisse quotata in borsa. Al centro un progetto che ci parla di futuro e sarà un futuro prossimo, quello dell’automobile che si guida da sola. La notizia è che le due aziende, che hanno già cominciato a sviluppare progetti al riguardo, metteranno in comune i rispettivi know how con lo scopo di battere sul tempo la concorrenza. Google ha in “archivio” il prototipo di una Toyota Prius (vedi foto) equipaggiata con radar laser, a realizzarla è stato il laboratorio d’intelligenza artificiale della Stanford University, quello guidato da Sebastian Thrun, co-inventore di Google Street View. Una tecnologia che secondo il capo di Tesla, Elon Musk appare però troppo costosa, da qui l’idea di unire le forze. Musk ha dichiarato all’agenzia Bloomberg di propendere per un sistema ottico, ovvero per una rete di telecamere dotata di software in grado di rilevare e analizzare l’ambiente circostante. Ci sono già stati confronti tecnici, ma non se ne sa molto di più. Google, tuttavia, pare aver previsto che la nuova tecnologia possa svilupparsi in un quinquennio. La concorrenza però non è d’accordo, a cominciare dalla giapponese Nissan, che parla di almeno 10 anni. Stessi tempi sarebbero previsti dalle autorità di regolamentazione, cui è data l’ultima parola sulle vetture che dovranno affrontare la strada. La prima ad arrivare sull’asfalto con qualcosa di simile ad un pilota automatico – ma dalle funzionalità limitate –  sarà probabilmente Toyota che proprio con Tesla ha sviluppato un sistema di co-pilotaggio mirato a ridurre gli incidenti stradali. (g.m)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto