Giulio Andreotti è morto: aveva 94 anni

Giulio Andreotti è morto: aveva 94 anni

Sette volte capo dello Stato ed esponente di spicco della DC, si è spento poche ore fa nella sua casa romana.


Giulio Andreotti è morto alle 12 e 25 nella sua abitazione romana, aveva 94 anni. A dare la notizia sono stati i suoi familiari. I funerali del senatore a vita Giulio Andreotti, scomparso oggi, si svolgeranno, a quanto si apprende, domani pomeriggio a Roma. A diffondere la notizia una nota l’agenzia giornalistica Agi.

Diciannove volte ministro, il più giovane della storia repubblicana a 34 anni, sette volte capo dello Stato, Giulio Andreotti è stata una figura di riferimento della politica italiana sin dalla fine della Seconda Guerra Mondiale quando al seguito di Alcide De Gasperi diventa membro della Costituente nel 1946.

Ecco il Giulio Andreotti di Paolo Sorrentino quando nel 2008 gli dedica un film Il Divo, che vede un a straordinaria interpretazione di Toni Servillo nei panni del Senatore a Vita. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2008, il film si è aggiudicato il premio della giuria ed ha ricevuto altri numerosi riconoscimenti italiani ed internazionali, ottenendo anche una nomination ai premi Oscar 2010 nella categoria miglior trucco. Ecco cos’ha detto lo stesso Giulio Andreotti in merito alla pellicola:

“Non sono così cinico. È molto cattivo, è una mascalzonata, direi. Cerca di rivoltare la realtà facendomi parlare con persone che non ho mai conosciuto. […] Si può dire che esteticamente è bello, ma a me dell’estetica non frega un bel niente. Capisco che la storia va caricata. Il regista doveva girare così. La mia vita è talmente tranquilla che ne sarebbe venuto fuori un prodotto piatto e senza pepe. Ma la mia corrente, per esempio, beh non era un giardino zoologico come la rappresenta il film. C’erano le invidie, gli scontri, gli scavalchi, la carriera, ma questa è la politica.”

 

 

(b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto