Gabriele Paolini è stato arrestato con l’accusa di prostituzione minorile

Gabriele Paolini è stato arrestato con l’accusa di prostituzione minorile

La procura di Roma ha arrestato il disturbatore televisivo d’Italia, ecco perché.


Induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e per produzione di materiale pedo-pornografico: con queste accuse i Carabinieri di Roma hanno fermato Gabriele Paolini e lo hanno arrestato nella sera dell’11 novembre. L’uomo, al centro delle vicende italiane per essere il disturbatore per eccellenza, colui che ha inventato una vera e propria occupazione, una professione.

Uno dei pochi sempre dalla parte di Sara Tommasi, il fautore della libertà in tutte le sue forme e in tutti i modi, è ormai un galeotto, un uomo su cui pendono gravi, gravissime accuse e la sua vicenda è appena iniziata.

Una lunga perquisizione quella che i carabinieri hanno fatto in casa sua, all’interno della quale sono stati trovate foto che lo ritraggono con due minorenni di 14 e 16 anni coinvolte in scene di sesso esplicito con lui, ragazzine che verranno sentite dagli inquirenti a breve per comprendere chi altro è coinvolto nella vicenda.

Oltre a queste foto, anche il pc portatile dell’uomo sarà utilizzato come materiale probatorio e a breve si attende l’interrogatorio a Gabriele Paolini per comprendere cos’altro c’è sotto a tutto questo polverone mediatico che potrebbe costargli la libertà, già fortemente compromessa e altresì la sua carriera.

Questa storia è davvero poco piacevole, ma chissà se Gabriele Paolini adesso sta pensando che il suo desiderio è stato avverato: eccolo in prima pagina, eccolo al centro dell’attenzione mediatica, ecco che le telecamere stanno facendo la corsa alla caccia dell’intervista. Forse suo sogno è diventato realtà. (b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto