Darwin Day: il mondo, Milano compresa, celebra il padre dell’evoluzione

Darwin Day: il mondo, Milano compresa, celebra il padre dell’evoluzione

Charles Darwin nasceva a Shrewsbury, Inghilterra il 12 febbraio 1809. Mercoledì, a 205 anni dalla nascita dello scienziato che ha rivoluzionato il modo in cui l’uomo guarda a se stesso il mondo celebra il Darwin Day, e a Milano si fa festa al museo della Scienza


Una celebrazione che unisce gli nel nome della comune umanità, il Darwin Day è questo. Nata in Inghilterra e negli Stati Uniti immediatamente dopo la morte di Charles Darwin, nel 1882, la tradizione continua tutt’oggi in tutto il mondo e da qualche anno vede iniziative svolgersi anche in Italia.

A raccogliere le iniziative globali è il sito internazionale della Fondazione Darwin Day che così spiega le ragioni delle celebrazioni. “A questo punto della storia, il mondo è diventato così piccolo e interdipendente che abbiamo bisogno di una celebrazione globale per promuovere un legame comune fra tutti i popoli. La celebrazione del Darwin Day è fondata sulla premessa che la scienza, come la musica, è un linguaggio internazionale che parla a tutte le persone in modi molto simili. […] La ricerca attuale nel campo della genetica , compresa quella sul genoma umano, ha definitivamente dimostrato che tutti gli esseri umani sono essenzialmente identici e che siamo geneticamente imparentati con tutti gli esseri viventi su questo pianeta . Una visione così illuminata della genetica è visione di unità e uguaglianza tra tutti gli esseri umani e inoltre promuove un più profondo senso di rispetto e apprezzamento per tutta la vita. Oggi la validità della teoria di Darwin dell’evoluzione per selezione naturale riposa nella nostra comprensione dei meccanismi molecolari della genetica. Pertanto, possiamo concludere che Charles Darwin è un simbolo degno su cui puntare, al fine di costruire una celebrazione globale della scienza e dell’umanità che è destinata a promuovere un legame comune fra tutti i popoli della terra”.

 

IL DARWIN DAY A MILANO

 

Mercoledì 12 febbraio, il Museo di storia naturale, in corso Venezia 55, dedicherà al padre della teoria dell’evoluzione un’intera giornata con un ricco programma di esposizioni e conferenze.

Al mattino, a partire dalle 9, si terranno incontri sul modo in cui film, fumetti, cartoni animati e libri sono stati influenzati dal lavoro del celebre naturalista e geologo britannico. Nelle sale espositive, invece, sarà possibile incontrare curatori e ricercatori che racconteranno le loro storie e le difficoltà di rappresentare conoscenze scientifiche in continuo aggiornamento.

Al pomeriggio sarà possibile confrontarsi con chi lavora nelle redazioni scientifiche dei mezzi di informazione sul modo di comunicare la scienza, mentre continueranno gli incontri nelle sale espositive. Alle 17.30 è in programma la conferenza “Il grande racconto dell’evoluzione umana” con Giorgio Manzi dell’Università degli studi di Roma La Sapienza.

Nel programma del Darwin Day 2014 ci sono anche alcune iniziative interamente dedicate ai più piccoli, che si terranno domenica 9 e domenica 16 febbraio. Si tratta di giornate ludico-didattiche rivolte ai bambini dai tre ai cinque anni o dai sei agli undici anni, da fruire insieme alle famiglie.

Informazioni: www.comune.milano.it/museostorianaturale

(g.m)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto