Daria Bignardi conquistata da Laura Boldrini

Daria Bignardi conquistata da Laura Boldrini

Nella Rubrica Barbarica di Daria Bignardi sulle pagine di Vanity Fair, si traccia un primo profilo di Laura Boldrini


Buona la prima: Daria Bignardi ha già promosso Laura Boldrini. La neoeletta presidente della Camera ha già conquistato la famosa conduttrice grazie al suo discorso di insediamento. Maglietta a righe e giacchetta di cotone hanno completato l’opera facendola apparire subito come una persona semplice e sobria.

Il curriculum parla chiaro: ex portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ma lontano dal mondo politico, una vita ed una carriera spesa ad aiutare gli “ultimi”. Laura Boldrini è sicuramente una delle punte di diamante del PD e stupisce subito per grazia e rigore: “Dovremo imparare a capire il mondo con lo sguardo aperto di chi arriva da lontano e con lo stupore di un bambino”.

Appena iniziato il discorso, rivolge il proprio saluto “ai più giovani e chi siede per la prima volta in quest’assemblea”. Per poi spronare a “farsi carico dell’umiliazione delle donne che subiscono violenze travestite da amore”. Con frasi che mostrano la voglia di impegni concreti, come stare accanto “ai detenuti che vivono in condizioni disumane”, si intuisce immediatamente una grande voglia di fare.

Tra i numerosi applausi che l’hanno interrotta stupisce quello più lungo per l’affermazione: “Rendiamo il Parlamento e il nostro lavoro trasparenti anche in una scelta di sobrietà che dobbiamo agli italiani”. Con la speranza che queste parole possano essere di ispirazione sia per i veterani sia per le nuove leve delle politica.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto