Confederations Cup: festino hard per la Spagna

Confederations Cup: festino hard per la Spagna

Giocatori derubati in albergo dopo sesso e strip-poker. Smentita della Federazione spagnola


Brutta disavventura per la Nazionale spagnola alla Confederations Cup.
Prima e dopo la partita d’esordio vinta per 2-1 contro l’Uruguay, si sono verificati dei furti nelle camere d’albergo dove alloggiavano i giocatori della Spagna.

Ma secondo Globoesporte.com, dietro alla sparizione di migliaia di euro ci sarebbe una storia “a luci rosse” che vedrebbe coinvolti alcuni giocatori iberici con prostitute e filmini hard.

E’ arrivata immediatamente la smentita categorica da parte della Federazione Spagnola: “Nessun festino”. Ma i dubbi rimangono.

Una prima versione dei fatti sostiene che la scorsa settimana, dopo la vittoria sull’Uruguay, al rientro nell’albergo a Recife, i giocatori spagnoli si sono accorti della sparizione di alcune migliaia di euro in qualche camera.
Il capo della delegazione spagnola, Raul Jimenez, nega il furto   che, invece, viene confermato dalla Fifa.

Ma secondo le rivelazioni di Globoesporte.com le cose sarebbero andate diversamente: dopo la vittoria sugli uruguayani, la Nazionale spagnola avrebbe festeggiato in albergo con musica, alcool e donne. Alcune di loro sarebbero poi salite nelle camere con cinque giocatori, “impegnandoli” nella notte con strip-poker e sesso.

Solo l’indomani mattina, al risveglio, i giocatori coinvolti si sono accorti che le ragazze erano sparite e con loro anche i soldi. La polizia di Pernambuco ha aperto un’inchiesta.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto