Ballarò – Brunetta denuncia Crozza all’Agcom

Ballarò – Brunetta denuncia Crozza all’Agcom

Toni offensivi nei confronti di Silvio Berlusconi, ecco le accuse del presidente dei deputati di Forza Italia


Recentemente Renato Brunetta ha presentato un esposto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in merito ad un episodio avvenuto nel corso della puntata del 21 gennaio di “Ballarò”, il programma di approfondimento politico condotto da Giovanni Floris.
Come di consueto, l’appuntamento è stato introdotto dalla celebre copertina satirica di Maurizio Crozza, che a quanto pare questa volta ha suscitato polemiche.

Il capogruppo di Forza Italia ha infatti denunciato una palese violazione del Testo Unico della radiotelevisione e del codice etico della Rai ad opera dello sketch del comico genovese.
“Altro che satira, questo è turpiloquio”, ha commentato Brunetta riferendosi all’intervento di Crozza: “Ha avuto toni fortemente offensivi, insultati e gravemente lesivi della dignità degli esponenti di Forza Italia e del suo leader Silvio Berlusconi” – questo quanto presentato nell’esposto.

Le critiche si riferiscono alla copertina satirica in cui Crozza racconta dell’incontro tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi presso la sede del Partito Democratico, al quale il Cavaliere, secondo le parole del comico genovese, si sarebbe presentato con “un enorme cavallo di legno, il famoso cavallo pieno di troie”.
Crozza avrebbe poi parlato di Berlusconi come di un “pregiudicato che si aggira per le stanze della sede del PD”.

Per Brunetta tutto ciò è denigrante e l’accadimento non può rimanere impunito, dal momento che il comico non è nuovo ad uscite del genere, e il turpiloquio per lui sta diventando un modo non accettabile di fare satira.
Il presidente dei deputati di Forza Italia contesta inoltre il fatto che Giovanni Floris non sia intervenuto per dissociarsi dalle opinioni di Crozza, ricordando inoltre che il programma va in onda in prima serata.

Per vedere il video della copertina satirica di Maurizio Crozza del 21 gennaio, clicca qui. (g.s.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto