Attentati a Parigi: “Valeria Solesin è morta”, lo afferma il padre del fidanzato

Attentati a Parigi: “Valeria Solesin è morta”, lo afferma il padre del fidanzato

La notizia della morte di Valeria Solesin, non ancora confermata dalla Farnesina, è stata data dal padre del fidanzato della ragazza italiana di cui si sono perse le tracce venerdì


Tutta Italia e non solo attendeva la bella notizia del ritrovamento di Valeria Solesin, la 28enne veneziana dispersa dalla notte del 13 novembre dopo aver assistito al concerto degli Eagles of Death Metal al Bataclan di Parigi. La tragedia che è avvenuta dopo è nota a tutti. La giovane veneziana, borsista alla prestigiosa università La Sorbona di Parigi, era andata a vedere il concerto insieme al suo fidanzato Andrea Ravagnini, 30 anni, di Dro, rimasto leggermente ferito e alla sorella del fidanzato, Chiara, 25 anni, con il suo ragazzo, Stefano Peretti.

Questi ultimi sono rimasti illesi. Di Valeria si sono perse le tracce nel trambusto generale della terribile notte degli attentati, ma ora arriva la tragica scoperta della sua morte. “Purtroppo Valeria è morta”, ha comunicato con voce distrutta dal dolore, Corrado Ravagnini, padre del fidanzato di Valeria.

Si attende la conferma de La Farnesina. Già è stata diffusa la notizia di altri italiani scampati al disastro del Bataclan, come Max Natalucci e Laura Appolloni, rimasti lievemente feriti. Gli attentati rivendicati dall’Isis, in quella sola sede, hanno provocato la morte di 89 persone innocenti.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto