Venezia, autunno ai Musei Civici tra mostre e riaperture

Venezia, autunno ai Musei Civici tra mostre e riaperture

Fino a dicembre un denso programma di attività e mostre è in programma nelle sedi della Fondazione Musei Civici di Venezia


Dopo il grande successo di Manet. Ritorno a Venezia a Palazzo Ducale – uno degli appuntamenti espositivi più importanti dell’anno – e il denso programma di Muve Contemporaneo, realizzato in concomitanza con la Biennale Arti Visive 2013, che hanno caratterizzato la prima parte del 2013, è oramai iniziato il “conto alla rovescia” per la riapertura di Palazzo Mocenigo a San Stae, con i nuovi percorsi museali dedicati al Profumo, uno dei momenti più attesi dell’autunno veneziano

 

Palazzo Mocenigo

Dal 1 novembre il museo sede del Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume, si presenterà in una rinnovata veste, dopo un radicale intervento di restyling, recupero e ampliamento dei percorsi espositivi realizzato sotto la sapiente guida e le geniali intuizioni di Pier Luigi Pizzi – architetto, regista, scenografo e costumista di fama internazionale, che ne ha curato il progetto museografico, ricreando fedelmente le suggestioni di un’abitazione nobiliare veneziana del XVIII secolo – cui si affiancherà una straordinaria e inedita sezione dedicata alla storia del profumo e delle essenze, in collaborazione con Mavive.

 

E sarà un finale d’anno nel segno del “Settecento”, dopo Palazzo Mocenigo infatti inaugurerà il 7 dicembre, al Museo del Settecento veneziano di Ca’Rezzonico, una monografica dedicata al raffinato pittore vedutista Pietro Bellotti, fratello di Bellotto e nipote di Canaletto, con cui si darà il via all’iniziativa “Archivi del vedutismo” che proporrà nel tempo appuntamenti dedicati a protagonisti e aspetti poco noti di uno dei generi più amati della pittura del XVIII secolo.

Pietro Bellotti, L’ingresso del Canal Grande con la basilica della Salute

 

Romeo MartinezChiude l’anno l’appuntamento con Romeo Martinez e la sua rivista “Camera”, che negli anni ’50 e ’60 fu un punto di riferimento internazionale per la fotografia, dal 12 dicembre a Ca’ Pesaro, a cura di Silvio Fuso e Francesca Dolzani.

 

In attesa della presentazione ufficiale del nuovo programma 2014 – al quale stanno lavorando da tempo il presidente Walter Hartsarich e il direttore Gabriella Belli, con lo staff scientifico della Fondazione – prevista nelle prossime settimane, che includerà anche le mostre The Panza Collection a Ca’ Pesaro e L’immagine della città europea dal Rinascimento al Secolo dei Lumi al Museo Correr (a febbraio 2014), l’offerta espositiva della Fondazione, così come quella rivolta alla valorizzazione delle collezioni permanenti e all’intensa attività didattica, risulta molto ricca e variegata.

 

Sono una dozzina gli eventi espositivi in corso e/o in chiusura in questo periodo. L’elenco completo delle mostre su: www.visitmuve.it ( a cura di g.m)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto