Un sapore di ruggine e ossa vince il London Film Festival

Un sapore di ruggine e ossa vince il London Film Festival

Lei è un Premio Oscar, lui il nuovo Michael Fassbender del cinema francese: l’ultimo film di Jacques Audiard agli inglesi è piaciuto. Tanto.


Un film che all’ultimo Festival di Cannes non ha convinto.

Un film con una trama difficile, una storia “scomoda”, una favola. Il racconto di un amore romantico perché tormentato.

Un sapore di ruggine e ossaRust and Bone è il titolo originale – si è aggiudicato il premio come Miglior Film al London Film Festival. Il regista francese Jacques Audiard bissa così il premio al festival di Londra, la prima volta è stata nel 2009 per il suo dramma carcerario A prophet.

 

 

Il presidente della giuria del premio, il drammaturgo britannico David Hare, lo ha elogiato come “un film pieno di cuore, violenza e amore” e gli inglesi lo hanno amato da subito. Marion Cotillard è piaciuta e Matthias Schoenaerts è piaciuto per le sue doti sconosciute al grande pubblico e per quel suo fascino imperfetto e intrigante.

 

 

Al regista americano Benh Zeitlin è andato il premio per la miglior opera prima con il suo Beasts of the Southern Wild, che la giurata Hannah McGill ha definito come “audacemente vasto”, ricco di dettagli, lodato sin dal suo debutto al Sundance Film Festival all’inizio di quest’anno.

 

 

Il regista Tim Burton e l’attrice Helena Bonham Carter, partner nonché collaboratori creativi, hanno ricevuto i premi alla carriera noti nel corso di una cerimonia di premiazione alla Banqueting House di Londra.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto