Tilda Swinton, bella addormentata al MoMA

Tilda Swinton, bella addormentata al MoMA

Tilda Swinton protagonista vivente ma dormiente in un’installazione al MoMA


Cosa ci facesse una Tilda Swinton dormiente in una scatola di plexiglass nel bel mezzo di una sala del MoMA è la location stessa dell’evento a suggerirlo. Nella domenica newyorkese, l’androgina attrice scozzese, già vincitrice di un Oscar, è tornata a prestarsi, a sorpresa, a fare da statua per l’installazione della scultore inglese Cornelia Parker, che già nel 1995, alla Serpentine Gallery di Londra e quindi al museo Barracco di Roma, l’aveva resa protagonista del suo “The maybe”, il forse.

La performance tornerà a ripetersi almeno per una decina di volte, hanno assicurato dal MoMA ma non si saprà né il dove né il quando, accadrà però nel 2013.

 

Perplessità? La Parker, che nel ’97 era nella rosa dei candidati al Turner Prize, lavora spesso sui temi del significato e dell’alterazione del senso delle cose e degli oggetti. In particolare con questa installazione l’artista indaga sulle impressioni del pubblico quando si confronta con i personaggi famosi o addirittura con i loro effetti personali. Alla Serpentine, l’artista aveva peraltro selezionato curiosità da vari musei, tra cui la cassetta degli acquerelli di Turner, le calze della regina Victoria, la coperta di Sigmund Freud, al fine di suscitare associazioni libere da parte di chi guarda. E per non inficiare il risultato dell’impatto sul visitatore che l’evento del MoMa così come gli eventi che verranno non sono stati resi noti anticipatamente.  Se l’obiettivo della Parker era mettere in discussione la forza delle reliquie c’è da dire che l’effetto più importante che l’installazione con la Swinton ha generato è stato quello di far parlare mezzo mondo e generare migliaia di commenti sui social network. Nella twittersfera, il commento del drammaturgo David Lindsay-Abaire è tra i più caustici: “Una famiglia di turisti si è persa sulla strada per MoMA e ha trascorso un’ora a Port Authority a guardare un giovane senzatetto dormire in una scatola.” (a.d)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto