TIFF Day 2 – Rullo di tamburo per un grande esordio

TIFF Day 2 – Rullo di tamburo per un grande esordio

Seconda giornata della 39esima edizione del Toronto International Film Festival con Whiplash di Damien Chazelle, Laggies di Lynn Shelton e This Is Where I Leave You di Shawn Levy


La seconda giornata di proiezioni del Toronto Film Festival non poteva iniziare meglio. Whiplash, esordio alla regia del ventinovenne Damien Chazelle, è un lungometraggio registicamente portentoso.

Incentrato sul confronto/duello tra un giovane talento della batteria e un maestro di musica particolarmente arcigno, il film si avvale dell’ottima prova di attori quali sono l’emergente Miles Teller e il veterano J.K. Simmons.

Alcune piccole forzature a livello di storia e soprattutto delineazione dei caratteri nella seconda parte del film vengono tranquillamente assorbite da una regia vibrante, potentissima, capace di adoperare luci e ombre della fotografia con un’eleganza davvero impressionante.

Whiplash è prima e più di tutto un film di regia, superbo spettacolo cinematografico che dimostra come non ci sia bisogno di enormi set o grandi effetti speciali per rendere al meglio la bellezza della Settima Arte.

Whiplash di Damien Chazelle – Trailer

Molto ma molto meno riuscito invece Laggies di Lynn Shelton, che proprio a Toronto si era fatta notare tre anni fa con la commedia dolceamara My Sister’s Sister. Stavolta la regista invece mette in scena una storiella piuttosto piatta, incentrata su una donna in totale confusione esistenziale che stringe amicizia con una liceale forse anche più stralunata di lei. La protagonista Keira Knightley non aiuta di certo il film con una performance monocorde, lasciando così che il film si trascini stanco fino a una conclusione piuttosto scontata.

Nel pomeriggio invece proiezione di gran gala, riservata a pochi giornalisti, di This Is Where I Leave You, nuovo melodramma diretto da Shawn Levy. Abbiamo potuto vedere il film nell’elegantissima sala dello Shangri­La Hotel: basti pensare che al posto delle solite poltrone la sala riserva agli spettatori veri e propri divanetti in pelle…

Tornando alla cosa più importante, il film, This Is Where I Leave You è un’opera corale di fortissimo impatto emotivo, in cui il cast intero merita di essere accomunato in un lungo, sentito applauso. Da Jane Fonda a Corey Stoll, da Tina Fey a Kathryn Hahn, da Timothy Olyphant a Rose Byrne, tutti danno il meglio delle loro capacità. Se dovessimo proprio scegliere il migliore però saremmo combattuti tra il solito, bravissimo Jason Bateman e un sorprendente Adam Driver, il più divertente dell’intera compagnia. Film magnificamente costruito per sorridere e insieme commuovere, This Is Where I Leave You ha senz’altro impreziosito quest’inizio di Toronto Film Festival.

This Is Where I Leave You di Shawn Levy – Trailer

Conferenza stampa di The Judge con Robert Downey Jr.

Robert Downey Jr.

L’ultima parola della giornata la lasciamo A Robert Downey Jr., che alla conferenza stampa di The Judge ha dichiarato il suo amore per il progetto.

“Per me è stato come tornare indietro nel tempo, a quei progetti più piccoli a cui mi dedicavo prima che arrivasse il successo di Iron Man. Volevo tornare a confrontarmi con ruoli che mi spronassero, magari che mi facessero anche sentire a disagio. E’ questo che un attore deve costantemente cercare di fare.”

Adriano Ercolani

Film Critic, TV editor and author





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto