Street art, dal muro alla carta. Il festival a Bologna

Street art, dal muro alla carta. Il festival a Bologna

CHEAP Street Poster Art Festival. Un week end dedicato al “graffito su carta”, da oggi a domenica 11 maggio a Bologna


Shepard Fairey
Shepard Fairey

E’ street art ma meno invasiva dell’intervento diretto sui muri delle città perché lancia i suoi messaggi adoperando il fragile supporto della carta, non per questo è meno forte nè meno immediata. La street poster art, fenomeno in netta ascesa,  trova a Bologna a partire da oggi il suo momento di gloria con CHEAP festival ideato e organizzato dall’associazione culturale Elastico e dal centro sociale TPO.

 

CHEAP negli spazi urbani

Quattro quartieri di semi periferia: San Vitale, San Donato, Porto e Navile, con le loro aree pubbliche poco conosciute, abbandonate, o semplicemente di passaggio, diventano il cuore pulsante della rassegna grazie alle opere dei 125 artisti selezionati dalla open call internazionale lanciata a gennaio 2013 e dai lavori site specific di alcuni artisti attivi da anni nell’ambito della street poster art che realizzeranno ciascuno, proprio nei giorni del festival, i loro interventi su muri di grandi dimensioni. Si tratta di Sten & Lex, BR1, MP5, AK,        UNO.

 

CHEAP negli spazi espositivi

A restituire una panoramica ancora più ampia della street poster art, undici mostre realizzate in una rete di spazi attivi nel panorama culturale cittadino. Si spazia da uno degli autori tra i più influenti nell’ambito delle street art come Shepard Fairey  ad Elastico Studio (www.elastico.org) fino ad arrivare al mondo delle “autoproduzioni”. I dettagli del programma su www.cheapfestival.it. (a.d)

 

OPERE DI AK

 

OPERE DI BR1

 

OPERE DI MP5

OPERE DI STEN LEX

OPERE DI UNO





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto