Roma e il secolo del “consenso”. La mostra ai Musei Capitolini

Roma e il secolo del “consenso”. La mostra ai Musei Capitolini

L’ETÀ DELL’EQUILIBRIO. TRAIANO, ADRIANO, ANTONINO PIO, MARCO AURELIO | Roma, Musei Capitolini 4 ottobre 2012 – 5 maggio 2013


C’è stato un periodo storico, quello compreso tra l’98 e il 180 d. C. ovvero tra i regni di Traiano e Marco Aurelio nel quale il mondo conosciuto viveva una delle sue rare età dell’oro. L’impero romano aveva raggiunto la sua massima estensione territoriale, i bagni di sangue erano, se non finiti, quantomeno assai ridotti e a Roma regnava il benessere, nonché un diffuso quanto straordinario consenso tra la classe dirigente – governo, senatori, imperatori, esercito – così come tra l’amministrazione imperiale e l’élite provinciale. Quel secolo, inevitabilmente, diventerà epocale per la fondazione della cultura occidentale.

Da Traiano, che avrà in Dante un magnifico sponsor per i posteri (lo collocherà in Paradiso), passando per il regno dell’imperatore filosofo Adriano, al trentennio del divino Antonino Pio – il suo fan futuro sarà invece Voltaire che gli dedicherà la voce Virtù del suo Dizionario filosofico -; il percorso approda all’assennato e capace Marco Aurelio che le guerre però non poté evitarle, neppure le carestie e le pestilenze, ma che resta nella memoria  storiografica come il quinto dei cosiddetti “buoni imperatori”, per intenderci quelli menzionati da Edward Gibbon nel suo Storia del declino e caduta dell’Impero Romano. Nella concretezza del marmo e del bronzo restano scritte, a duemila anni di distanza, le tracce del secolo che la mostra identifica come Età dell’Equilibrio. Tracce che ritroveremo nelle imponenti statue, nella raffinatezza dei bronzi, delle terrecotte, degli arredi e degli interi cicli sculturali proposti. Esempi in arrivo da un era del “consenso” che ancora ha molto da insegnarci.

La mostra, curata da Eugenio La Rocca e Claudio Parisi Presicce è il terzo appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, un progetto espositivo di cinque anni dedicato alla storia di Roma. Il progetto è partito con una mostra nel 2010 sull’arte dell’età repubblicana, ha trovato grande successo nel 2011 con un’esposizione sulla ritrattistica del potere e approderà alla tarda antichità.

(a.d)

 





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto