Robert Hughes è morto: cosa ne pensava di Damien Hirst? [VIDEO]

Robert Hughes è morto: cosa ne pensava di Damien Hirst? [VIDEO]

All’eà di 74 anni, Robert Hughes si è spento nella sua casa di Briarcliff Manor nello stato di New York. Il critico d’arte e scrittore è noto per i suoi libri “La cultura del piagnisteo” e “La riva fatale”. Ecco un video dove spiega il suo punto di vista sull’arte di Damien Hirst.


Robert Hughes, è stato un critico d’arte e scrittore australiano, che ha vissuto per oltre trent’anni a New York. La suA attività è stata varia e sempre ricca di esperienze e creazioni, anche editoriali. Celebre scrittore e autore televisivo, ha realizzato numerosi testi di critica artistica divenuti molto popolari tra il pubblico, fra cui Barcellona l’incantatrice, la cui frase più celebre fu:

“È una vera fortuna scoprire una seconda città oltre la propria che diventi una vera città natale… Una quarantina di anni fa ho avuto un colpo di fortuna: ho incontrato Barcellona”

Durante la sua attività di critico d’arte, inoltre, Hughes ha espresso più volte la sua “avversione” verso il fenomeno Damien Hirst, considerato più che un artista, un prodotto di marketing perfettamente costruito per accaparrarsi il favore di persone completamente ignoranti sulle questioni artistiche. Il risultato è stato questa intervista:

 

 

“Non è un miracolo ciò che possono produrre tanto denaro e tanta scarsa abilità? Semplicemente straordinario… squalo sotto formaldeide di Hirst è l’esemplare di organismo marino più sopravvalutato al mondo” ha detto Hughes.

Immediata la risposta di Hirst:

“Rembrandt, Velazquez, Goya, penso che tutti siano stati interessati agli aspetti commerciali della loro arte, io credo di agire come ognuno di loro agirebbe, se fosse in vita. Non voglio ascoltare altre cose dette da Robert Hughes. Probabilmente lui pianse quando morì la Regina Vittoria”

E voi, da che parte state?

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto