RENATO GUTTUSO Painter of Modern Life alla Estorick Collection of Modern Italian Art di Londra

RENATO GUTTUSO Painter of Modern Life alla Estorick Collection of Modern Italian Art di Londra

“Il volto è tutto. Sulla faccia della gente c’è la storia che stiamo vivendo, l’affanno dei giorni. La portiamo incisa più dei fatti che ci accadono in presa diretta o che avvengono lontano noi siamo la vera pellicola della realtà; e io la dipingo”. Renato Guttuso


Organizzata in collaborazione con la Galleria d’arte Maggiore di Bologna, la mostra racchiude oltre 120 opere del pittore siciliano. Renato Guttuso (1911-1987) matura il suo marchio caratteristico di realismo espressionista verso la fine degli anni ’30, un’arte attenta alla vita contemporanea dell’epoca, con un preciso impegno morale e politico. Dopo il trasferimento a Roma nel 1931, e il periodo milanese dal 1935 al 1937, a contatto con Giacomo Manzù e Renato Birolli, nel 1940, Guttuso diventa membro del Partito Comunista e partecipa attivamente al gruppo Corrente.

Renato Guttuso, Comizio di quartiere, 1975, acrilici e collage su carta intelata, cm. 210 x 200 - Courtesy Galleria d'Arte Maggiore G.A.M., Bologna
Renato Guttuso, Comizio di quartiere, 1975, acrilici e collage su carta intelata, cm. 210 x 200 – Courtesy Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Bologna

Ribellandosi contro il formalismo della pittura astratta e contro il naturalismo sostenuto all’interno del clima culturale del fascismo, Guttuso ha svolto un ruolo chiave nel creare uno stile che ha dominato l’arte italiana negli anni tra le due guerre.

Renato Guttuso, Eroina (L'eroina garibaldina : Partigiana assassinata), 1954, olio su tela, cm. 110 x 120 - Courtesy Galleria d'Arte Maggiore G.A.M., Bologna
Renato Guttuso, Eroina (L’eroina garibaldina : Partigiana assassinata), 1954, olio su tela, cm. 110 x 120 – Courtesy Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Bologna

Le sue immagini hanno narrato la cronaca spesso turbolenta della vita sociale e politica della nazione per oltre quarant’anni. Nel 1968, si reca a Parigi, dove documenta le prime marce di protesta del maggio francese. Dal 1969 vive stabilmente a Roma, nella famosa via Margutta, la strada dei pittori, con la sua compagna Marta Marzotto; darà inizio ad una serie di quadri autobiografici.

La prestigiosa sede della mostra, è stata fondata da Eric Estorick (1913-1993), sociologo e scrittore americano che ha iniziato a collezionare opere d’ arte in Inghilterra dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1968, in Italia, gli è stato conferito il titolo di Cavaliere e poi di Commendatore per i suoi servizi nella promozione dell’arte italiana.

Renato Guttuso, Ragazza con aquilone, 1981, acrilici su carta intelata, cm. 107 x 66 - Courtesy Galleria d'Arte Maggiore G.A.M., Bologna
Renato Guttuso, Ragazza con aquilone, 1981, acrilici su carta intelata, cm. 107 x 66 – Courtesy Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Bologna

Info

Renato Guttuso. Painter of Modern Life

Estorick Collection of Modern Italian Art di Londra

14.1.2015 – 4.4.2015

www.estorickcollection.com

Raffaella Ferrari





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto