Primo Maggio, tornano i musei gratis. Atteso nuovo boom a Pompei

Primo Maggio, tornano i musei gratis. Atteso nuovo boom a Pompei

Confermata l’apertura straordinaria del Primo Maggio agli scavi di Pompei. Aperti anche gli altri siti vesuviani (Ercolano, Oplontis, Stabia e all’Antiquarium di Boscoreale) e questi saranno gratuiti. Domani, 1° maggio saranno numerosi i musei, i monumenti e i siti archeologici statali ad aprire gratuitamente


Per la serie: prima che sia troppo tardi, sono stati 154.304 i visitatori che nella settimana di Pasqua e in quella del 25 aprile hanno affollato il sito di Pompei. Nello stesso periodo del 2013 i visitatori a Pompei erano stati 124.009; il 20% in meno. Le punte massime sono state registrate nel giorno di Lunedì in Albis con 15.740 visitatori e di 15.867 il 25 aprile, rispettivamente circa il 25,5% e il 40% in più dello scorso anno. Analogo risultato positivo si è registrato all’area archeologica di Ercolano. Nella settimana dal 14 al 27 aprile 2014 sono stati 29.086 i visitatori che hanno affollato l’antica città vesuviana contro i 28.314 dello scorso anno, con picchi nel giorno di Pasqua con 1.379 presenze, 2.711 a Pasquetta e 2.600 il 25 aprile 2014.

“Si tratta di un risultato di rilievo – recita il comunicato della Soprintendenza –  conseguito non solo grazie ai ponti di primavera e al bel tempo ma anche grazie all’ampliata offerta di visita a seguito della apertura al pubblico delle domus di Trittolemo, Romolo e Remo e di Marco Lucrezio Frontone “.

E adesso si aspetta di replicare anche nella settimana in corso con l’apertura straordinaria del Primo Maggio. L’ingresso ai siti sarà: per Pompei a pagamento ( 11 euro biglietto intero, 5,50 euro ridotto) e nel seguente orario di visita: 8,30 – 18,30 (ultimo ingresso ore 17,00). Per Ercolano, Oplontis, Stabia e Boscoreale gratuito e nel seguente orario di visita: 8,30 – 18,30 (ultimo ingresso ore 17,30)

L’apertura dei musei a titolo gratuito per il Primo Maggio, era stata voluta l’anno scorso dall’allora ministro Massimo Bray, che aveva ripreso una consuetudine – poi accantonata – che per diversi anni aveva tenuto aperto nel giorno della festa del lavoro il patrimonio statale italiano al biglietto d’ingresso di un euro.

L’elenco dei luoghi d’arte statali visitabili gratuitamente in questa occasione con i relativi orari di apertura è in continuo aggiornamento (vedi tabella).

Per ulteriori informazioni contattare il numero verde del MiBACT 800991199

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto