Primavera vien rimando…21 marzo Giornata Mondiale della Poesia

Primavera vien rimando…21 marzo Giornata Mondiale della Poesia

Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Poesia…e il compleanno di Alda Merini


L’Unesco celebra ogni anno coloro che vivono la poesia come una delle più alte espressioni della lingua e della cultura. La poesia è un canto di libertà, per affermare la propria identità attraverso la creazione. La poesia è la canzone dei nostri sentimenti più profondi, “anche involontariamente, è poesia ogni parola che esce dalla emozione“. Ha detto il poeta e diplomatico brasiliano Joao Cabral de Melo Neto. Con le parole e con il suo ritmo, la poesia dà forma ai nostri sogni di pace, giustizia e dignità. Dà la forza e la voglia per mobilitarli.
Tutti i popoli nella storia hanno sviluppato e praticato una forma di poesia, oralmente hanno trasmesso le loro conoscenze, i miti e i racconti – i Veda, il Ramayana in India, la Bibbia ebraica, l’Iliade e l’Odissea in Grecia, e molti altri testi filosofici e religiosi – o per esprimere i loro sentimenti, parlare della vita quotidiana, resistere alle prove o divertirsi. Oggi le forme contemporanee della poesia, dalla Slam al graffiti, consentono ai giovani di impegnarsi e rinnovare la pratica aprendo la porta a un nuovo spazio di creazione. Le forme evolvono, ma lo slancio poetico rimane intatto. Shakespeare ha descritto la poesia come “la musica che ogni uomo porta dentro di sé“. E secoli dopo, il jazzista Herbie Hancock , ambasciatore di buona volontà per l’Unesco, e nominato professore di poesia per l’anno 2014 alla Harvard University, leggerà il suo testo “Sapienza di Miles Davis” ricordando le affinità tra poesia, letteratura e musica.
Come espressione profonda dello spirito umano, come arte universale, la poesia è uno strumento per il dialogo e la riconciliazione. Perché dà l’accesso all’espressione
autentica di una lingua, la diffusione della poesia aiuta il dialogo tra le culture e alla comprensione reciproca. Lo vediamo nel fervore dei popoli che celebrano il patrimonio immateriale culturale, le lingue indigene e la diversità culturale, la poesia ha ricoperto ogni volta un ruolo importante. Questo è il motivo per cui l’Unesco incoraggia e sostiene gli autori, i traduttori, gli artigiani della poesia a toccare nelle loro opere il gusto della bellezza e l’ispirazione per la pace. (Irina Bokova – Direttore generale dell’Unesco).

 

In molte città italiane, oggi si terranno iniziative ad hoc, un elenco è disponibile qui.

 

Per concludere scegliamo non a caso Alda Merini, che oggi, 21 marzo 2014, avrebbe compiuto 83 anni.

 





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto