Premio Terna per l’arte contemporanea e Unità d’Italia. Le novità della terza edizione

Premio Terna per l’arte contemporanea e Unità d’Italia. Le novità della terza edizione

E’ stato presentata nei giorni scorsi a Roma la nuovaedizione del Premio Terna per l’arte contemporanea; terza edizione del progetto…


E’ stato presentata nei giorni scorsi a Roma la nuovaedizione del Premio Terna per l’arte contemporanea; terza edizione del progetto culturale nato nel 2008 in
collaborazione con il ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il duplice obiettivo di
sostenere gli artisti e l’arte contemporanea e creare un nuovo rapporto tra aziende, mondo dell’arte
e istituzioni, cultura ed economia. Il progetto di Terna è  diventato un fenomeno importante nel panorama nazionale un importante che nelle due edizioni precedenti ha raccolto la partecipazione di oltre 5.000 artisti con un totale di 6.700 creazioni d’autore da tutta Italia e dall’estero. Con questi numeri il Premio Terna è diventato oggi la più grande raccolta in Italia di opere d’arte contemporanea, consultabile sul web, completa di curricula e profili degli artisti: punto di riferimento per chi è alla scoperta di nuovi talenti creativi.
Seguendo il solco delle celebrazioni dell’Unità d’Italia, la terza edizione del Premio guarda alla ricorrenza sviluppandosi sul tema di “(+ 150) Visione: origine e potere. Energia attraverso le Generazione”. Come sempre il filo conduttore dell’iniziativa sarà la trasmissione di energia attraverso la creatività. “Ma soprattutto la capacità di proiettarsi nel futuro grazie alla forza della visione. Proprio come quella della generazione che un secolo e mezzo fa “fece” l’Italia. Il tema della terza edizione celebra, infatti, la forza del pensiero creativo e costruttivo, invitando gli artisti e il pubblico a riflettere sul momento fondamentale dell’intuizione”.

Diverse le novità targate 2010: l’apertura alla video arte, forma comunicativa sempre più in auge;  la partnership con AMACI, l’associazione dei musei d’arte contemporanea, con il progetto specifico “Più Energia al Museo”, riservato ai direttori associati ad AMACI che sono invitati a presentare un progetto di crescita e valorizzazione museale. “Il migliore – spiegano gli organizzatori – potrà essere concretamente realizzato grazie al contributo dell’artista di fama vincitore della categoria Terawatt il cui premio, da bando, sarà in parte devoluto all’iniziativa. Nell’ambito della collaborazione, nasce inoltre il Comitato Musei che, al fianco della Giuria, decreterà due ulteriori vincitori tra le opere finaliste nelle categorie Megawatt e Gigawatt”.
Altra novità è l’apertura all’Oriente. Il bando del Premio consultabile sul sito www.premioterna.com ,  sarà infatti aperto anche agli artisti, italiani e non, che operano a Shangai e Pechino. A loro sarà riservata quest’anno la categoria Connectivity, che si affiancherà come sempre a Terawatt (per gli artisti con esperienze e attività già accreditate in Italia e all’estero), Gigawatt (under 35) e Megawatt (over 35). E infine, torna il Premio Online assegnato dal pubblico tramite il sito internet .





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto