Pontormo, una mostra a Madrid

Pontormo, una mostra a Madrid

Pontormo, i disegni; alla Fundación Mapfre di Madrid fino all’11 maggio


In attesa della mostra che da marzo a Palazzo Strozzi ci presenterà un confronto tra Pontormo e Rosso Fiorentino, in un viaggio che ne metterà in evidenza differenze e similitudini nell’ambito del Manierismo; alla Fundación Mapfre di Madrid apre oggi un’esposizione che in qualche modo va a completare il percorso di Firenze. E’ dedicata ai disegni di Jacopo Carucci (1494-1557), noto nella storia dell’arte come il Pontormo. Fu un artista rivoluzionario e uno spirito maledetto, e nei disegni la sua vena spregiudicata e il desiderio di rottura col passato emergono in maniera cristallina.

6740 Figura verso
Con le sue 69 opere in arrivo principalmente dagli Uffizi ma anche da collezioni prestigiose come quelle della Staatliche Graphische Sammlung di Monaco o dell’Albertina di Vienna, la mostra di Madrid si presenta adeguatamente ampia per tracciare un percorso che attraversa le tappe principali della carriera del grande pittore manierista e offre al contempo, grazie alla presenza di disegni di Durer, Lorenzo di Credi, Poussin o Tiepolo, la possibilità di un dialogo con altri giganti dell’arte nei confronti dei quali l’opera dell’artista fiorentino risalta per la sua straordinaria originalità.

Jacopo_Pontormo_-_Hermaphrodite_Figure_-_WGA18132

Per la prima volta fuori dall’Italia sarà inoltre visibile il diario del Pontormo conservato nella biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. In questa opera, costellata da piccoli schizzi che l’artista realizzò negli ultimi due anni di vita, ci si avvicina sorprendentemente alla sua quotidianità, alle sue ossessioni al suo desiderio di rinchiudersi per dedicarsi completamente alla sola cosa che desiderasse fare: disegnare. Un diario che diventa il testimone più attendibile del mito di Pontormo come artista maledetto. Ma ne riparleremo.  (a.d)

800px-Jacopo_Pontormo_-_Kicking_Player_-_WGA18128





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto