Picasso non è più il re delle aste

Picasso non è più il re delle aste

Picasso detronizzato nel mercato mondiale delle aste, surclassato dall’artista cinese Zhang Daqian. E’ quanto sostiene un’inchiesta di Katia Kazakina di…


Picasso detronizzato nel mercato mondiale delle aste, surclassato dall’artista cinese Zhang Daqian. E’ quanto sostiene un’inchiesta di Katia Kazakina di Bloomberg su dati Artprice.

Nel 2011, le opere dell’artista cinese, morto nel 1983 (10 anni dopo Picasso), hanno realizzato scambi per circa 506,7 milioni di dollari, il 38,51% più di Picasso, il cui lavoro è stato venduto per complessivi 311,6 milioni.
Picasso non è neppure il secondo artista più venduto nel 2011, ma è Qi Baishi che ha raggiunto circa 445,1 milioni di dollari, toccando il record dell’anno con L’aquila sul pino, opera del 1964 venduta a 65,5 milioni di dollari. I professionisti del settore non trovano nulla di sorprendente in queste cifre: i collezionisti nutrono sempre un particolare interesse per gli artisti e l’arte del proprio paese ed è ormai noto che la Cina è attualmente leader sul mercato dell’arte,  e continua a crescere, i suoi artisti sono dunque onnipresenti.
Il risultato è che due artisti cinesi occupano i primi due posti della lista Artprice, Andy Warhol arriva in terza posizione con 324,8 milioni di dollari e solo quarto si piazza Picasso che per lunghi anni ha dominato il mercato.
Nel 2010 lo spagnolo era in cima alla lista con un totale di 361, 5 milioni di dollari, seguito da Andy Warhol con 313,4  e Zhang Daqian con 249, artista questo rivalutato in un anno del 203,4%.

 

Relativamente alle opere maggiormente quotate nelle aste del 2011, dopo il già citato dipinto di Qi Baishi venduto dalla casa d’aste cinese China Guardian, la top ten è divisa tra le storiche Christie’s e Sotheby’s. Questo l’elenco:

 

Clyfford Still, 1949-A-No.1 venduto per 61.68 milioni da Sotheby’s;

Roy Lichtenstein, I Can See The Whole Room … And There’s Nobody In It! (1961) venduto per  43.2 milioni da Christie’s;

Francesco Guardi, Veduta del canal Grande, venduto da Sotheby’s per 42.7 milioni;

Pablo Picasso, La Lecture (1932), venduto da Sotheby’s per 40.7 milioni;

Gustav Klimt, Litzlberg am Attersee (1915), venduto da Sotheby’s per 40.4 milioni;

Egon Schiele, Houses With Laundry (Suburb II), 1914, venduto da per 39.8 milioni da Sotheby’s;

Andy Warhol, Self Portrait (1963-1964), venduto per 38.4 milioni da Christie’s;

Francis Bacon, Three Studies For A Portrait Of Lucian Freud (1964), 37 milioni da Sotheby’s;

George Stubbs, Gimcrack On Newmarket Heath With A Trainer, A Stable-Lad, And A Jockey 35.9 milioni da  Christie’s.

Tutte assieme, queste opere raggiungono i 413.6 milioni di dollari, nel 2010, la top ten delle opere più vendute superò i 698.6 milioni di dollari. Nel 2011, inoltre, non si sono verificate vendite superiori ai 100 milioni.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto