Operazione “Art Gallery”, i carabinieri smembrano banda di falsari “high quality”

Operazione “Art Gallery”, i carabinieri smembrano banda di falsari “high quality”

Genova. I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Tutela Patrimonio Culturale, hanno arrestato sei persone per associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione di opere d’arte e ricettazione, 15 quelle denunciate a piede libero e 181 dipinti falsi sequestrati e localizzata una bottega del falso. Decine di perquisizioni in varie città italiane.


Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Genova, i Carabinieri hanno scovato una struttura organizzata attraverso la quale gli indagati immettevano nei canali leciti del mercato dell’arte contemporanea, le opere d’arte contraffatte corredandole, in molti casi, di fraudolente certificazioni di autenticità.

I dipinti falsificati realizzati e commercializzati riguardavano principalmente De Chirico, Dorazio, Schifano, Angeli, Nitsch, Kounellis, Prini, Boetti, Calzolari, Vasarely, Mambor. Gli arrestati – ora ai domiciliari – sono soprattutto operatori di settore, alcuni dei quali avevano conosciuto direttamente gli autori apprendendone le tecniche pittoriche e le modalità esecutive. Non a caso i falsi avevano tratto in inganno anche diversi esperti e, in alcuni casi, le fondazioni di riferimento degli stessi artisti. La struttura associativa, infatti, disponendo anche di opere autentiche ha potuto realizzare, contraffazioni di qualità. Nel laboratorio è stato sequestrato numeroso materiale idoneo alla riproduzione: mascherine, ritagli in carta, stoffa,

matrici di lettere, numeri, simboli, timbri vari e non solo. E’ stato altresì rinvenuto un vero e proprio

archivio, contenente varia documentazione (ritagli di giornali, articoli, cataloghi) e fogli di carta lucida con riprodotte le firme degli artisti. Questo materiale, infatti, era stato accumulato nel corso degli studi certosinamente condotti dagli indagati sulle tecniche di realizzazione delle opere e sui tratti delle firme degli autori. Il tutto, ovviamente, era finalizzato alla realizzazione dei falsi.

Le operazioni, condotte dai militari del T.P.C. in coordinamento con i carabinieri dei Comandi Provinciali di Genova, Torino, Milano e Pavia, sono ancora in corso. (r.v)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto