Napoli: arte contemporanea per salvare il Museo Filangieri

Napoli: arte contemporanea per salvare il Museo Filangieri

51 artisti contemporanei mettono all’asta le loro opere per salvare il museo Filangieri di Napoli, un grande dimenticato che merita d’essere recuperato all’attenzione pubblica


Sono firmate, da Dario Cusani, Mimmo Jodice, Jannis Kounellis, Sandro Chia, Sante Monachesi, Fabio Mauri alcune delle 51 opere contemporanee che il 16 novembre andranno all’asta per consentire la sopravvivenza di uno scrigno di tesori di ieri che rischia la chiusura definitiva per un’atavica carenza di fondi. A promuovere l’iniziativa è la onlus “Salviamo il museo Filangieri“, nata nel luglio scorso per  rivitalizzare la struttura e darle la visibilità che merita anche attraverso l’organizzazione di eventi culturali e visite guidate.

filangieri

Riaperto nel 2012 dopo 13 anni di chiusura; nel rinascimentale palazzo Como, in via Duomo, il Museo civico Gaetano Filangieri accoglie in seimila metri quadri le collezioni del fondatore, che lo aprì l’otto novembre 1888: Gaetano Filangieri, principe di Satriano uomo consapevole della funzione sociale della cultura (sic). Nell’archivio storico, il prezioso carteggio del suo antenato illustre (il giurista illuminista Gaetano Filangieri) con Benjamin Franklin e il manoscritto originale, sempre di Gaetano Filangieri, “Legge e legislazione”, fondamento teorico della Rivoluzione napoletana del 1799. Carteggio e manoscritto dimostrano in maniera inequivocabile come parte della Costituzione americana sia stata ispirata proprio dal Filangieri, soprattutto nell’idea del diritto alla felicità di ogni cittadino. E in mostra maioliche e porcellane straordinarie, vetri, avori, armi e armature, medaglie, e busti in marmo cui si affiancano una bellissima biblioteca e una collezione di dipinti dal XV al XIX secolo, con la presenza massiccia dei maggiori interpreti del barocco napoletano: Battistello, Ribera, Vaccaro, Giordano. Prima della pausa lunga 13 anni, il museo civico era forse il meno visitato della città. E tale è rimasto. Il museo è aperto dal martedì al sabato dalle 9 alle 13.30 e la domenica su prenotazione (info 081 203 175 – Tutte le informazioni sugli eventi promossi dalla onlus : http://salviamoilmuseofilangieri.org  ) . (g.m)

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto