Musei: domenica entrata gratis e intanto partono le aperture serali

Musei: domenica entrata gratis e intanto partono le aperture serali

Domenica 6 luglio i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente. Lo stabilisce la norma del decreto Franceschini,…


Domenica 6 luglio i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente. Lo stabilisce la norma del decreto Franceschini, ampliando il provvedimento, sino ad ora riservato ad qualche giornata l’anno, ad ogni prima domenica del mese. Insomma per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato non occorrerà pagare alcun biglietto. Se ne gioveranno indubbiamente i turisti, ma l’auspicio è che ad essere richiamati nei luoghi della cultura siano soprattutto gli italiani, e che la gratuità dell’ingresso serva come invito a riappropriarsi della propria storia. Ma non è tutto, con l’estate sono numerosi i siti che si presentano in versione serale, spesso con programmi di accompagnamento ad hoc: ville, musei, siti archeologici, chiese …

 

 

POMPEI ED ERCOLANO

Tutti i venerdì sera di luglio, agosto, settembre e ottobre agli scavi di Pompei ed Ercolano sarà possibile partecipare a percorsi di visita appositamente predisposti per illustrare la vita e la morte nei due principali siti archeologici vesuviani. Il primo appuntamento è per venerdì 4 luglio.

A Pompei, con partenza da Porta Marina, sarà possibile visitare le Terme Suburbane e partecipare a un percorso che si svilupperà lungo il viale esterno all’area archeologica che costeggia la cinta muraria, il tempio di Venere e la Villa Imperiale, per concludersi presso l’Auditorium di Piazza Esedra con un filmato che illustra le principali fasi dell’eruzione che distrusse la città. Gli esperti della Soprintendenza illustreranno ai visitatori i principali aspetti della vita e della società pompeiana (le Terme e il tempo libero, i templi e l’architettura religiosa, il commercio e le attività economiche) con la lettura delle due lettere di Plinio il Giovane che, con drammatica precisione, descrivono l’eruzione. La visita a Pompei è possibile solo su prenotazione (telefonando dalle ore 10.00 alle ore 15.00 al numero 0818575347) .

Decisamente interessante anche il percorso predisposto a Ercolano. Ad accogliere i visitatori ci sarà, nell’atrio della biglietteria, una installazione interattiva con proiezione delle immagini dei mosaici a tema marino, mentre nella sala conferenza sarà proiettato il filmato in 3D sull’eruzione del Vesuvio, prodotto dal MAV con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il percorso prosegue poi nel padiglione della barca dove sarà possibile ammirare l’imbarcazione di epoca romana ritrovata all’inizio degli anni ’80 del secolo scorso e altri reperti legate alle attività marinare. La visita a Ercolano è possibile solo su prenotazione (telefonando dalle ore 10.00 alle ore 15.00 al numero 0818575347).

uffizi

I MUSEI DEL POLO FIORENTINO  

Dal prossimo 4 luglio, ogni venerdì in alcuni musei del Polo Fiorentino saranno effettuate aperture serali straordinarie dalle ore 19 alle 21 (ingresso a pagamento. Possibile anche prenotare le visite chiamando il numero 055-294883). L’iniziativa deriva da un progetto ministeriale che prevede l’apertura straordinaria serale della Galleria degli Uffizi, della Galleria dell’Accademia, del Museo delle Cappelle Medicee e del Museo nazionale del Bargello. In ognuno dei musei succitati sono in svolgimento esposizioni temporanee: nella Galleria degli Uffizi è visibile la mostra Puro, semplice e naturale (fino al 2 novembre 2014), nella Galleria dell’Accademia la mostra La fortuna dei Primitivi (fino all’8 dicembre 2014), nel Museo delle Cappelle Medicee la mostra Arte e Politica. L’Elettrice Palatina e l’ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo (fino al 2 novembre 2014) e al Museo nazionale del Bargello la mostra Baccio Bandinelli Scultore e maestro (1493 – 1560) (fino al 13 luglio 2014).

villaeste

VILLA D’ESTE (Tivoli)

Al via Villa d’Este di notte, serie di aperture notturne che offrono la possibilità di visitare il complesso rinascimentale di Tivoli nella suggestiva atmosfera dell’illuminazione notturna.  Promossa dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, diretta dall’arch. Giorgio Palandri, la manifestazione, realizzata con la De Luca Editori d’Arte con il coordinamento scientifico e organizzativo del direttore di Villa d’Este Marina Cogotti.

Un ricco programma di iniziative animerà le 22 serate: concerti, spettacoli, assaggi rinascimentali e degustazioni di prodotti del territorio consentiranno ai visitatori di vivere appieno la loro esperienza negli spazi del palazzo e del giardino. Gli spettacoli vedono coinvolti diversi artisti ed associazioni culturali, che si esibiranno con una programmazione assai varia: musica antica e da camera, serate jazz e folk; musica per il cinema e rock. Tra questi, la Garfield Jazz Ensamble di Seattle, il chitarrista degli Europe Kee Marcello, il cembalista Basilio Timpanaro, il Quartetto Concentus, l’Accademia Ergo Cantemus. La programmazione dell’Auditorium Tivoli Lab è realizzata con il contributo della Regione Lazio.

Dodici serate saranno dedicate al gusto e ai sapori del Rinascimento, con l’iniziativa A Tavola nel Rinascimento “noi ci andiam dando diletto”, organizzata con la Condotta Slow Food di Tivoli e l’Associazione l’Orto dei Cuochi, con attori e musicisti delle associazioni culturali M.Th.I e M.T.M. (programmi delle serate e prenotazione sul sito www.villadestetivoli.info o www.sbap-lazio.beniculturali.it). Il Galateo di Mons. Giovanni dalla Casa, Gargantua e Pantagruel, Gusto e diletto, alcuni degli argomenti delle serate a tema tra cibo, musica e danza.

 duomosiena

 

IL DUOMO DI SIENA

Un’estate di arte e musica nel Museo dell’Opera: cinque insoliti appuntamenti serali, con apertura straordinaria dalle 21 alle 24, promossi dall’Opera della Metropolitana (10, 14, 19, 29 luglio / 6 agosto). I Notturni dell’Opera prevedono la salita sul Facciatone, la più sorprendente fra le vestigia del Duomo nuovo rimasto incompiuto, per un suggestivo panorama notturno sulla città dal profilo unico. Nell’occasione sarà possibile ammirare anche la Sala delle Statue, allestita per volontà del Rettore Mario Lorenzoni, che vi fece collocare, dieci anni fa, la vetrata di Duccio Buoninsegna, capolavoro dell’arte medievale. Di fianco, addossate alle pareti della sala si susseguono le sculture di Giovanni Pisano, in origine nella facciata della cattedrale, e raffiguranti profeti, filosofi, sibille. Le cinque serate saranno allietate da solisti di grande livello internazionale, che all’interno della Sala delle Statue proporranno alcuni interventi musicali con strumenti classici: violino, violoncello, chitarra, flauto e, il più classico di tutti, voce. Nicholas Jones, Franco Mezzena, Nancy Barnaba, Massimo Mercelli, Gabriella Costa ed Edoardo Catemario eseguiranno un repertorio di musica “universale”, a corde spiegate, da Bach a Puccini.

Nel contempo, è prevista una degustazione di gelato artigianale nel Loggiato del Duomo nuovo per addolcire la serata tra incanti musicali e splendori d’arte. L’evento, voluto dall’Opera della Metropolitana di Siena, è organizzato da Opera – Gruppo Civita.

 

 

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto