Mostre imperdibili: Solo per i tuoi occhi, a Venezia

Mostre imperdibili: Solo per i tuoi occhi, a Venezia

Solo per i tuoi occhi. Una collezione privata, dal Manierismo al Surrealismo
A cura di Andreas Beyer fino al 31 agosto 2014, a Venezia, Collezione Peggy Guggenheim


Con oltre 60.000 visitatori in meno di 50 giorni di apertura, l’esposizione sta riscuotendo un grande successo di pubblico e stampa portando per la prima volta al grande pubblico una preziosa e inedita selezione di opere provenienti dalla collezione assemblata in oltre 30 anni a Basilea, dai coniugi Richard e Ulla Dreyfus‐Best.

Solo per i tuoi occhi. Una collezione privata, dal Manierismo al Surrealismo propone 110 pezzi, tra oggetti, dipinti, disegni e sculture a coprire un arco di tempo che dal Medioevo giunge al presente. Lo scopo? Inseguire i gusti dei due coniugi collezionisti approdando attraverso la moderna camera delle meraviglie che hanno composto con passione e gusto, all’essenza stessa del collezionismo: che è un’arte. Cosa hanno in comune opere del Manierismo, del Surrealismo, del Simbolismo, della Pop Art…? Sono frutto di artifici. Nell’esperienza delle wunderkammer di ieri, come in quelle di oggi – riportate in auge da una serie d’importanti eventi espositivi – emerge con tutta l’attualissima questione dell’impatto e della forza che l’arte ha avuto nel corso dei secoli, una forza capace di scavalcare epoche, stili, linguaggi, modalità espressive.  <<In un’epoca in cui il cross‐over di mezzi espressivi, tecniche e generi determina sempre più la percezione complessiva dell’arte, questa collezione esprime il proprio carattere unico ed esemplare. Nel suo originale accostamento di oggetti, essa costituisce un’impresa pionieristica, guidata da un principio che esclude qualsiasi casualità. Tale principio implica la scelta di opere che rispettano sempre i criteri di originalità e qualità, e presuppone in tutti i lavori un potere referenziale rispetto alla propria natura di “artificio”: il risultato è un originale Gabinetto moderno delle Curiosità>>.

Nella Collezione Richard e Ulla Dreyfus‐Best, ecco allora opere profane a oggetti di ars erotica e ars religiosa, oggetti medievali e i disegni dei maestri del Rinascimento e del Barocco,  la lunga la sfilata dei mondi del Surrealismo accostata ai pezzi fantastici del Manierismo, il Simbolismo che ammicca la Pop Art.

Tra i capolavori in mostra opere di Hans Baldung Grien, Hans Bellmer, Arnold Böcklin, Victor Brauner, Pieter Bruegel il Vecchio, Angelo Caroselli, Giorgio de Chirico, Francesco Clemente, Salvador Dalí, Francesco del Nomé (‘Monsù Desiderio’), Gustave Doré, Max Ernst, Frans Floris, Johann Heinrich Füssli, Marten van Heemskerk, Jan van Kessel, Alfred Kubin, René Magritte, Man Ray, Gustave Moreau, Richard Oelze, Yves Tanguy e Andy Warhol. www.guggenheim-venice.it

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto