Mostre imperdibili, Andy Warhol al castello di Otranto

Mostre imperdibili, Andy Warhol al castello di Otranto

Andy Warhol “I Want To Be A Machine” fino 30 settembre 2012
Castello Aragonese – Otranto (Le). La mostra, a cura di Gianni Mercurio, presenta circa cinquanta opere per un viaggio nei temi fondanti dell’estetica del principe pop.


Senza intenti esplicitamente didattici, né l’intenzione di chiarire chissà quale aspetto insondato dell’arte di Andy Warhol, nella mostra – allestita in quegli ambienti suggestivi che di per sé meritano una visita – invita piuttosto a ripercorrere, attraverso opere perfettamente incasellate nell’immaginario collettivo, l’ispirazione warholiana, il suo essere perennemente in bilico tra critica e presa d’atto della mitologia contemporanea.

Le serigrafie in mostra, tutte provenienti da collezioni private italiane sono quelle fondamentali: c’è Marilyn, mito di bellezza e successo, la lattina di zuppa Campbell a evocare la libidine consumistica; i simboli tragici, come la sedia elettrica. E poi la serie dei Flowers, una riflessione sulla vita e sulla morte (secondo Ronnie Cutrone) e ancora, l’esplosione terribile e meravigliosa del Vesuvio, tentativo di evocare ed esorcizzare le potenze devastatrici della terra; la serie fu realizzata nell’85  in occasione di un soggiorno napoletano di Warhol e grazie al gallerista Lucio Amelio.  Per finire i simboli del potere, come Falce e Martello, Dollar Sign…

 Summer Pop. Omaggio a Andy Warhol, è, per concludere, il titolo del programma degli eventi collaterali alla mostra. Tutte le informazioni su: www.warholotranto.it

 






COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto