Montalbano televisivo compie 14 anni. I nuovi episodi

Montalbano televisivo compie 14 anni. I nuovi episodi

Dopo i successi della fiction Che Dio ci aiuti 2, Raiuno cala un altro asso: in commissario Montalbano. Quattro nuove puntate dal 15 aprile


Ritorna sui teleschermi di Raiuno “Il commissario Montalbano“.  Quattro gli episodi inediti interpretati da Luca Zingaretti con la regia di Alberto Sironi.

Come sempre sono tratti da omonimi romanzi di Andrea Camilleri editi da Sellerio.

Si tratta di una coproduzione Rai Fiction – Palomar, prodotto da Carlo Degli Esposti e Nora Barbieri con Max Gusberti.

Vedremo, da lunedì 15 prossimo, in prima serata:  “Il sorriso di Angelica”,  “Il gioco degli specchi”, “Una voce di notte”, “Una lama di luce”.  

“Il sorriso di Angelica – spiega il regista Alberto Sironi – è l’incontro con una femmina celestiale la bellissima Angelica mette Montalbano sulla strada di una serie incredibile di furti. Riemerge dalle memorie degli studi classici il volto dell’Angelica dell’Orlando Furioso e si sovrappone a quello della ragazza derubata”.  

E prosegue. Ne Il gioco degli specchila vicina di casa attira Montalbano in un’indagine disseminata di bombe carta e lettere anonime“.

Mentre in Una voce di nottel’incontro con un pirata della strada e un furto a un supermercato portano Montalbano a scontrarsi direttamente con il potere politico. Vengono alla luce i loschi traffici di un onorevole colluso e il comportamento  criminale di un insospettabile presidente della provincia“.

Ed ancora in Una lama di luce vediamo due storie parallele: “da una parte una fresca sposina mette in atto con l’amica del cuore un piano per eliminare il marito, dall’altra Montalbano si trova a fronteggiare l’improvvisa depressione della sua compagna Livia“.

Montalbano – Zingaretti, come accennato compie 14 anni.  La collection movie è andata in onda la prima volta su Raidue il 6 maggio 1999 e ad oggi ha al suo attivo 26 episodi – compresi i quattro di imminente programmazione -.

In totale, contando le repliche 107 prime serate e sempre gli ascolti sono stati straordinari.

La serie di Montalbano, che è stata ben venduta anche all’estero (Nel regno Unito, ad esempio è stata trasmessa dalla BBC) ha fortissimi elementi di attrattiva per il pubblico anche internazionale, è giocata sulla bellezza ineguagliabile di un paesaggio siciliano sempre presente (riprese aeree, scorci, monumenti, lastricati ecc) al quale s’incrociano personaggi mai banali, una trama mai scontata ed uno sviluppo assolutamente diverso dai canoni del solito giallo televisivo: nessun inseguimento, nessuna sparatoria in centro città, nessun effetto speciale. In Montalbano c’è l’eleganza di un poliziesco alla vecchia maniera. sarà scontato ma l’unico paragone possibile per questo “miracolo” della fiction italiana è ancora quella col Maigret di Simenon.

E il protagonista, Montlabano-Zingaretti rilancia un’immagine “accogliente” con la sua ruvida dolcezza, l’umanità e una gaudenza che eccede solo davanti a un piatto di pasta con le sarde (anche il cibo è un forte attrattore). Ciò che al pubblico straniero non è dato scoprire, purtroppo, è la bellezza del linguaggio di Camilleri, la carica espressiva di quella lingua siciliana che si fonde con la lingua di Dante, la simpatia degli strafalcioni dell’agente Catarella i suoni di un’intonazione dalla musicalità straordianria. Sono l’elemento aggiuntivo, la “chicca” in una serie già perfetta… (gm)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto