Milano: con Klimt, Manzoni e Luini al via le grandi mostre del 2014

Milano: con Klimt, Manzoni e Luini al via le grandi mostre del 2014

E’ stato presentato il programma della mostre proposte dal Comune di Milano per il 2014 e le anticipazioni del 2015. Tre palinsesti scandiscono il percorso espositivo di Milano fino a Expo


L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, presentando alla stampa le mostre che saranno ospitate nelle sedi espositive del Comune nel 2014 e illustrando alcune anticipazioni del programma per il semestre di Expo ha detto: “Abbiamo voluto dare al programma un approccio sistemico basato su due differenti criteri. Innanzitutto la creazione di tre filoni tematici fortemente connessi a Milano, alla sua storia e al suo presente, sui quali incardinare importanti progetti espositivi”.

Prima in ordine di tempo la “Primavera di Milano”, dedicata a tutti gli artisti che hanno reso grande la città grazie al loro contributo in termini di creatività e di crescita artistica e culturale, come Piero Manzoni, Bernardino Luini, Bruno Munari; in autunno, in occasione del semestre italiano di presidenza dell’UE, un altro filone tematico sarà declinato nel programma di “Milano cuore d’Europa”, il cui programma espositivo prevede il tributo ad alcuni importanti artisti che impersonano la molteplice identità europea; infine, con “Expo in città 2015” prenderà forma il grande palinsesto culturale che animerà la città durante i sei mesi di Expo, con proposte espositive destinate al grande pubblico internazionale.

QUI TUTTE LE MOSTRE

12674135864_0092fc3ffd_zInterazione e dialogo tra le varie sedi espositive e museali milanesi altro filo conduttore dove i temi di ogni palinsesto trovano quindi spazio in diversi luoghi della città, abitando prima l’una poi l’altra sede espositiva: Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo del Novecento, GAM | Galleria d’Arte Moderna, Palazzo della Ragione, Palazzo Morando | Costume, Moda, Immagine, Palazzo Moriggia | Museo del Risorgimento, Museo di Storia Naturale, Acquario Civico.

La collaborazione con importanti istituti di cultura di tutto il mondo conferma il taglio internazionale e la grande qualità delle mostre proposte: tra le molte, quella con il Museo delle Belle Arti di Bruxelles per la retrospettiva di Chagall, con il museo Kröller-Müller di Otterlo per la mostra dedicata a Van Gogh, con il Belvedere di Vienna per ‘Klimt. All’origine di un mito’, con il Louvre, il Museum of Fine Arts di Houston, la National Gallery di Washington e altri ancora per il grande progetto dedicato a Bernardino Luini.

Il programma che presentiamo oggi vede altresì significative presenze di opere delle nostre collezioni museali in molti dei progetti espositivi che verranno ospitati nei nostri spazi nei prossimi mesi – ha sottolineato l’assessore Del Corno –. Non un caso, ma un’intenzione precisa: quella di valorizzare il patrimonio artistico milanese rivelandone il grande potenziale iconico, che sarà amplificato nel palinsesto culturale di Expo 2015.

Una politica d’attenzione alle collezioni milanesi che dà i suoi frutti già nella programmazione 2014 con importanti presenze nel percorso espositivo delle mostre dedicate a Piero Manzoni, Bernardino Luini, Giovanni Segantini e Lucio Fontana; ma che contribuirà con presenze ancora più significative nei progetti previsti durante il semestre di Expo, soprattutto ne “Il Museo dei Musei”, il grande progetto che proporrà – attraverso i capolavori di Museo del Novecento, GNAM di Roma, MART di Trento e Rovereto, GAM di Torino, Ca’ Pesaro-GAM di Venezia – la massima espressione della ricerca artistica novecentesca italiana inserita nel percorso espositivo del Museo del Novecento.

 SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto