Milano, aspettando la Montagna di Sale di Paladino

Milano, aspettando la Montagna di Sale di Paladino

L’allestimento di una mostra ha sempre qualcosa di spettacolare, e quando la mostra prevede come pezzo forte una montagna di…


L’allestimento di una mostra ha sempre qualcosa di spettacolare, e quando la mostra prevede come pezzo forte una montagna di sale alta dieci metri con un diametro di 35, ciò che occorre è un vero e proprio cantiere con decine di persone al lavoro.
La Montagna di sale, è quella di Mimmo Paladino, opera iconica concepita dall’artista beneventano nel 1990, allora fece da quinta a La sposa di Messina, spettacolo teatrale di Schiller. La località era a Gibellina, la Montagna che spuntava da una terra

La Montagna di sale a Napoli nel 1995 (Foto: Pasquale Palmieri)

lacerata diventava parto un terremoto mai dimenticato. Nel Capodanno del 1995 eccola a Napoli, con i suoi monumenti equesti sepolti, la sua carica di suggestioni ancestrali, al centro della piazza del Plebiscito. Attraverso i media fece il giro del mondo.

Adesso l’attesa è tutta per Milano, dove a partire dal 6 aprile, la Montagna (ri)sorgerà in prossimità del Duomo. Giovedì arriverà in piazzetta Reale il camion carico di 150 quintali di sale, che copriranno completamente la struttura lignea. Intanto il vicino palazzo Reale ospiterà la retrospettiva dedicata al maestro, dal titolo “Mimmo Paladino. La montagna di sale”, curata da Flavio Arensi. Ne riparleremo.

Per il momento guardiamo alla cronaca, perché ieri il sindaco Letizia Moratti e l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory hanno fatto una speciale preview della mostra in compagnia di Lucio Dalla e di Francesco De Gregori. Insieme agli artisti, amici comuni, hanno prima visitato il cantiere della Montagna, per poi recarsi nelle sale del Palazzo, dove sono in corso i lavori di allestimento della mostra.

In ultimo, un passaggio anche all’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele, dove da ieri è esposto un aeroplano P.180 Avanti intitolato Cacciatori di stelle, costruito da Piaggio Aero, sponsor dell’evento,
completamente dipinto da Paladino.

Milano è tornata al centro della cultura di questo Paese perchè ha
allargato il concetto di cultura a creatività
– ha commentato l’assessore
alla Cultura – ri-unendo non solo le arti ma anche gli artisti”.

La prewiew col sindaco, l'assessore Finazzer Flory, Dalla e De Gregori
La prewiew col sindaco, l'assessore Finazzer Flory, Dalla e De Gregori




COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto