Miart 2014: l’arte fiorisce a Milano, in primavera

Miart 2014: l’arte fiorisce a Milano, in primavera

Presentata ieri al PAC di Milano la diciannovesima edizione di miart


Saranno 148 le Gallerie internazionali d’arte moderna, contemporanea, design che miart 2014 presenterà dal 28 al 30 marzo nel padiglione 3 di fieramilanocity: 60 saranno estere, provenienti da 20 Paesi del mondo, e rappresenteranno il 45% delle partecipazioni alla fiera, diretta da Vincenzo de Bellis e organizzata da Fiera Milano.

Milano durante miart rivela in tutta la sua pienezza il ruolo di capitale d’arte e innovazione, di cultura e avanguardia, di tradizione e sperimentazione – dice l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Non solo, ma dimostra anche agli artisti, ai galleristi e al pubblico internazionale la sua straordinaria capacità di fare sistema e di creare sinergie tra spazi pubblici e privati, unendo per un weekend negli stessi luoghi il pubblico gli appassionati e i buyers, gli artisti e i critici, in una grande festa che non farà che confermare la dimensione internazionale della nostra città”.

09_Impronta_1960

EVENTI IN CITTA’

La fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea si completa, fuori dai padiglioni di fieramilanocity con tre importanti proposte espositive dedicate ad altrettante voci dei nostri tempi: la grande retrospettiva dedicata a Piero Manzoni, che si inaugura a Palazzo Reale il 25 marzo; la personale di Regina José Galindo che ‘va in scena’ al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea a partire dal 24 marzo; e la mostra “Year after Year. Opere su carta dalla Collezione UBS”, che esplora la produzione su carta realizzata da grandi artisti attivi dagli anni Sessanta a oggi e si apre alla GAM Galleria d’Arte Moderna di via Palestro il 21 marzo.
Un evento speciale d’arte contemporanea accompagnerà le tre serate di miart (28, 29 e 30 marzo) presso il civico Planetario “Ulrico Hoepli”. Grazie alla collaborazione tra Fondazione Nicola Trussardi e miart, alcuni selezionati artisti internazionali presenteranno opere appositamente concepite per questi spazi: installazioni, proiezioni multimediali, interventi sonori e video, concepiti dagli autori appositamente per planetari, che racconteranno storie di costellazioni e di universi paralleli.

CineDreams”, questo il titolo della rassegna, ospiterà tutti coloro che vorranno incontrarsi ogni sera dopo la chiusura della fiera – cittadini, addetti ai lavori, appassionati, giornalisti – contribuendo anche a fare scoprire a chi ancora non lo conoscesse lo straordinario spazio architettonico del Planetario, realizzato da Piero Portaluppi.

 

Inoltre, The springawakening – un programma di eventi, inaugurazioni e aperture speciali a Milano – coinvolgerà una trentina tra istituzioni pubbliche, fondazioni e gallerie private, a partire dal 21 marzo, equinozio di primavera, e per tutta la durata di miart 2014.

Regina José Galindo
Regina José Galindo

 

LA FIERA

Quattro le sezioni di questa diciannovesima edizione: Established (suddivisa al suo interno in Master con una selezione di 42 gallerie che propongono gli artisti storicizzati, Contemporary dedicata a 64 gallerie specializzate nel contemporaneo); Emergent per 20 gallerie d’avanguardia focalizzate sulla ricerca sui giovani artisti; THENnow presenta, su invito, 18 gallerie nelle quali sono messi a confronto un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente; Object dedicata ad una selezione di 10 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte. Conflux è una nuova piattaforma, che propone 5 diversi progetti – site-specific, di artisti contemporanei internazionali – rappresentati da importanti gallerie provenienti dall’America Latina, Medio Oriente, Stati Uniti ed Europa.

(r.v)

 

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto