“Manet. Ritorno a Venezia”, la mostra è stata vista da 180mila persone

“Manet. Ritorno a Venezia”, la mostra è stata vista da 180mila persone

Chiude trionfalemnte la mostra “Manet. Ritorno a Venezia”, allestita a Palazzo Ducale. Sono 180.236 i visitatori dell’esposizione veneziana, organizzata e prodotta dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, realizzata a cura di Stéphane Guégan, con la direzione scientifica di Guy Cogeval e Gabriella Belli e con il progetto allestitivo di Daniela Ferretti


Il risultato testimonia come questo importante evento abbia rappresentato uno degli appuntamenti culturali più rilevanti dell’anno, come dimostrano anche i servizi giornalistici ad esso dedicati da parte della BBC, dell’Herald Tribune/The New York Times e delle più importanti testate italiane ed estere, contribuendo a riposizionare – con la mostra più visitata degli ultimi quindici anni – il sistema dei musei cittadini ai vertici del circuito nazionale e internazionale.
Attraverso uno straordinario corpus di opere giunte a Venezia grazie agli eccezionali prestiti del Musée d’Orsay e di altri prestigiosi musei internazionali – tra cui il Metropolitan Museum di New York, la Bibliothèque Nationale de France, la Courtauld Gallery di Londra, il Museum of Fine Arts di Boston, la National Gallery di Washington, l’Art Institute di Chicago e a confronti mai prima d’ora resi possibili, tra cui quello eccezionale ed irripetibile tra la Venere di Urbino di Tiziano e l’Olympia di Manet, opera che per la prima volta ha lasciato la Francia – la mostra ha contribuito a focalizzare in modo determinante e innovativo il rapporto tra il geniale artista francese e l’Italia, in particolare con l’arte veneziana del Cinquecento, con la quale egli entrò in contatto non solo durante la sua formazione al Louvre ma anche attraverso due soggiorni a Venezia. (r.v)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto