Luca Signorelli – De ingegno et spirto pelegrino: la mostra a Perugia, Orvieto e Città di Castello

Luca Signorelli – De ingegno et spirto pelegrino: la mostra a Perugia, Orvieto e Città di Castello

Tre sedi espositive per una mostra dedicata a uno degli artisti più importanti del Rinascimento italiano. Fino al 26 agosto, potrete visitare l’esposizione monografica di Luca Signorelli.


“Tanto famoso… quanto nessun altro in qual si voglia tempo sia stato giammai”

Ecco come il Vasari ha definito l’arte di Luca Signorelli, una delle figure più importanti e rilevanti del Rinascimento Italiano. Le città umbre di Perugia, Orvieto e Castello, hanno deciso di omaggiare il pittore, attraverso una monografica itinerante che ha lo scopo di far conoscere l’arte e la poetica di questo artista tanto attento ai dettagli e all’iconografia del suo tempo.

La mostra è promossa dalla Regione Umbria e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali insieme alle Province di Perugia e di Terni, ai Comuni di Perugia, Città di Castello e Orvieto, alle Diocesi di Perugia, Città di Castello e Orvieto, all’Opera del Duomo di Orvieto, alle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Perugia, Città di Castello e Orvieto, alle Camere di Commercio di Perugia e di Terni e all’Università degli Studi di Perugia. L’organizzazione dell’evento è affidata a Civita.

A Signorelli non è stata dedicata una rassegna monografica dal lontano 1953. Curata da Fabio De Chirico, Vittoria Garibaldi, Tom Henry e Francesco Federico Mancini, l’esposizione dal titolo Luca Signorelli “de ingegno et spirto pelegrino” (come lo definì il padre di Raffaello, Giovanni Santi), colma questa attesa e segna un’ulteriore tappa del percorso per valorizzare gli artisti più importanti del panorama italiano a cavallo tra il Quattrocento e Cinquecento, interprete attento e lungimirante della tradizione classica, ammesso a frequentare i più raffinati circoli neoplatonici della Firenze di Lorenzo il Magnifico.

La mostra si articolerà in tre sedi espositive: a Perugia nella Galleria Nazionale dell’Umbria a Palazzo dei Priori, a Orvieto nel Duomo, nel Museo dell’Opera e nella chiesa dei Santi Apostoli, a Città di Castello nella Pinacoteca Comunale a Palazzo Vitelli alla Cannoniera.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto