Liliana Cavani: il Bosone di Higgs e San Francesco i suoi prossimi progetti

Liliana Cavani: il Bosone di Higgs e San Francesco i suoi prossimi progetti

La regista quasi ottantenne Liliana Cavani racconta i suoi progetti televisivi e cinematografici futuri, tra scienza e religione, fiction e Festival di Cannes con il film “Clarisse”


Signorile, professionale e maestosa. Liliana Cavani è una delle regista più brave, profonde e  ricercate del panorama italiano. I suoi film hanno fatto la storia, dal 1966 il cinema nostrano parla anche la sua lingua e lo fa in maniera eccellente. La regista in occasione della premiazione all’Ischia Global Festival ha fatto sapere quali sono i suoi obiettivi, di cosa vorrebbe scrivere e cosa sta già scrivendo e inaspettatamente arriva anche a parlare della tanto discussa e blasonata scoperta del Bosone di Higgs.

“Sto lavorando a un tv movie che racconti la scoperta straordinaria del bosone di Higgs, la particella di Dio. Sono in contatto con un ricercatore del Cern di Ginevra con cui avevo già collaborato per la fiction su Albert Einstein. La scoperta del bosone è un’apertura pazzesca per le conoscenze dell’uomo, che ha bisogno di avere sempre dei misteri da scoprire”

Ma per Liliana Cavani, scienza e religione viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda, da sempre e nel suo cuore, come nella sua filmografia, San Francesco ha un posto d’onore:

“Penso a un film per la tv, non ho la puzza sotto il naso. Ma quello che conta, è il coraggio di pensare, oggi, a qualcuno che non aveva tra i suoi miti il successo, il denaro, o gli abiti griffati”

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto