La Primavera del Rinascimento, da Firenze al Louvre

La Primavera del Rinascimento, da Firenze al Louvre

La Primavera del Rinascimento. La scultura e le arti a Firenze 1400-1460, fino al 6 gennaio 2014 a Parigi, al museo del Louvre. Si tratta della mostra che nei mesi scorsi abbiamo visto al Palazzo Strozzi di Firenze, curata da Beatrice Paolozzi Strozzi, direttore del museo Nazionale del Bargello, e da Marc Bormand, conservateur en chef al dipartimento di Scultura del Louvre.


Un percorso in dieci sezioni e 140 capolavori per un racconto sul nascere e lo svilupparsi del Rinascimento. Ghiberti, Donatello, Nanni di Banco, Luca della Robbia, Nanni di Bartolo, Agostino di Duccio, Michelozzo, Desiderio da Settignano, Mino da Fiesole, gli scultori che diedero il via a quella stagione che ha cambiato per sempre la storia. Già, il Rinascimento, che forgiò il pensiero dell’uomo moderno, e che abbracciò filosofi e letterati, germogliò con la scultura che precedette almeno di un ventennio tutte le altre arti, compresa la pittura. Ma in mostra troveremo anche tanti dipinti: Masaccio, Filippo Lippi, Andrea del Castagno, Paolo Uccello lungo un percorso che illustra la genesi stessa del Rinascimento. E con questo la nascita dell’immortalità di Firenze.

 

QUI TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SULLA MOSTRA

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto