La Libertè di Delacroix vandalizzata

La Libertè di Delacroix vandalizzata

Una squilibrata di 28 anni ha vandalizzato con un pennarello nero la Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix al nuovo Louvre di Lens. E’ un simbolo nazionale che interpreta la Marianna repubblica


E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri. La donna, stava scarabocchiando qualcosa con un pennarello nero in basso a destra del celebre dipinto di Delacroix (1830), appena sotto la figura che ispirò a Victor Hugo il personaggio di Gavroche. La donna è stata fermata e posta in arresto.

Il direttore della sezione dipinti del Louvre Vincent Pomarède, ha già convocato una schiera di restauratori:
A prima vista – ha detto a Le Figaro – il danno è superficiale. Dovrebbe essere facile da pulire. A seconda della diagnosi, si deciderà  come muoversi”. L’enorme dipinto (260 per 325 centimetri) doveva rimanere a Lens un anno, esposto nel cuore del moderno edificio inaugurato da Hollande il 4 dicembre. Questa icona nazionale, riportata anche sulle banconote da cento franchi, è la terza volta nella sua storia che lascia le rive della Senna e il suo posto alle pareti del Mollien, dove di solito è visibile a destra della Zattera della Medusa di Théodore Géricault. Prima di andare a Lens la Libertà  è stata in tour a Tokyo nel 1999 ea Strasburgo nel 2004. Collocata su un telaio rinforzato, il  suo stato di conservazione non ha mai dato preoccupazioni.
Questo triste evento non influisce sul desiderio di condividere tutti i capolavori del Louvre a Lens, che ha ospitato 205.000 visitatori dalla sua apertura“, dice il responsabile della comunicazione dell’ente.

La storia dei vandalismi sulle grandi opere non è nuova: memorabile nel 1972, l’attacco alla Pietà di Michelangelo in San Pietro, e nel 1974 quello a Guernica, esposto allora al MoMA di New York. (a.d)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto