Identità artefatte: l’attore Dario Ballantini svela il pittore che è in sè

Identità artefatte: l’attore Dario Ballantini svela il pittore che è in sè

Dario Ballantini è tra i migliori trasformisti che lo spettacolo italiano abbia mai conosciuto, nei panni di “inviato molto speciale”…


Ballantini o Valentino?
Ballantini o Valentino?

Dario Ballantini è tra i migliori trasformisti che lo spettacolo italiano abbia mai conosciuto, nei panni di “inviato molto speciale” è tra i pilastri di “Striscia la Notizia“, il notiziario -show che lo ho lanciato alla notorietà nelle vesti di personaggi vip come lo stilista Valentino o Luca Cordero di Montezemolo. Ma capita spesso che la vena cretiva di un artista per esplodere necessiti di più percorsi e, nello specifico di Ballantini; il teatro procede parallelo alla pittura. Per conoscere questo aspetto “altro” del trasformista, l’appuntamento è fino all’8 di novembre a Milano, alla Triennale Bovisa, dove va in scena l’insolita mostra pittorica e multimediale che, guardacaso, s’intitola “Identità artefatte”.

Ballantini o Montezemolo?
Ballantini o Montezemolo?

Curata da Massimo Licinio con la collaborazione di Emilio Banfi, la mostra per un mese dà modo al pubblico di interagire direttamente con l’artista tramite incontri e performance e di sperimentare la fusione delle due anime artistiche di Ballantini.

Tutti i giovedì, a partire dalle ore 20, il pubblico ha la possibilità di assistere dal vivo a tutte le fasi del trucco di alcune selezionate trasformazioni dell’attore, mentre tutte le domeniche, dalle ore 17, l’artista realizzerà un’opera pittorica.

Alcuni colleghi amici contribuiranno ad arricchire e valorizzare gli eventi proposti. Le performance vedranno infatti la partecipazione attiva di giornalisti, intellettuali, attori e cantanti, tra i quali: Antonio Ricci, Enrico Mentana, Lucio Dalla, Remo Girone, Enrico Ruggeri.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto