“I am Anna Magnani” una serata e una mostra per “Nannarella”

“I am Anna Magnani” una serata e una mostra per “Nannarella”

I am Anna Magnani. Dal 26 al 29 settembre alla Casa del Cinema di Roma


Per “Nannarella”, il 26 settembre prossimo alle ore 19 presso la Casa del Cinema, il sindaco di Roma Ignazio Marino e l’assessore alla Cultura Flavia Barca inaugureranno la mostra “I am Anna Magnani” dello street artist campano Biodpi. Primo momento che, a 40 anni dalla scomparsa dell’attrice, celebra in una serata il suo ricordo

Testimonianze di attori e amici della Magnani si alterneranno per l’occasione: a partire dalla nipote Olivia Magnani, il regista Marco Spagnoli, Massimo Ranieri, Giancarlo Giannini e Caterina D’Amico, direttore della Casa del Cinema.  A concludere la serata il documentario, prodotto da DIVA Universal (SKY – Canale 128) di Marco Spagnoli Donne nel Mito: Anna Magnani a Hollywood” dedicato all’attrice, alla sua fama internazionale e alla grande amicizia con il commediografo Tennessee Williams.

In 39 minuti Marco Spagnoli racconta la diva, l’unica attrice italiana ad aver vinto un Oscar per un film interpretato in inglese “La rosa tatuata” e ad aver conquistato una seconda candidatura per un’altra pellicola recitata sempre in inglese “Selvaggio è il Vento”. Il documentario descrive il periodo americano di Anna Magnani attraverso le parole del figlio Luca, del press agent italiano Enrico Lucherini, della biografa Matilde Hockhofler e di Caterina D’Amico. Il tutto accompagnato dalla voce narrante di Olivia Magnani. Il documentario andrà in onda su Diva Universal  il 26 settembre alle ore 22:50 e il 29 settembre alle ore 16.10.

 

I AM ANNA MAGNANI

Lo street artist Biodpi (Fabio Della Ratta, Caserta, 1976) ha realizzato per Nannarella un omaggio attraverso ritratti suoi e di chi ha lavorato con lei. Non manca la vena ironica, aspetto della Magnani impossibile da trascurare, e che ne esalta la figura attraverso stencil, decollage e “graffi”.

Con le sue colature di vernice e le sue decise pennellate, Biodpi ne sototlinea il fascino discreto, senza trucchi, che si offre come elemento di rottura dei canoni tradizionali di bellezza e in cui la malinconia degli sguardi e dei sorrisi diventa immagine indelebile, dalla quale traspare una figura forte e contemporanea.

Una Anna Magnani che ancora oggi dà voce all’Italia che non si arrende e che non china la testa, per questo motivo l’artista non può non raffigurare anche una delle più alte ed intense espressioni del cinema mondiale, ossia l’indimenticabile scena finale del film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, pietra miliare del cinema neorealista. Nel 1972 Anna Magnani appare per l’ultima volta sul grande schermo in un cameo concesso con affetto all’amico Federico Fellini per il suo “Roma”, dove interpreta se stessa e con questa immagine, chiaramente rielaborata, si chiude il percorso espositivo. www.iamannamagnani.it

(r.v)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto