Grandi mostre. Tutto quello che c’è da sapere su Dalì…

Grandi mostre. Tutto quello che c’è da sapere su Dalì…

Dalí. Tutte le suggestioni poetiche e tutte le possibilità plastiche. Fino al 2 settembre al Museo Reina Sofia, Madrid


Una mostra per provare che Salvador Dalì è stato un artista immenso al di là del suo carattere, della sua sfacciata teatralità, delle sue parole altisonanti, delle leggende sulla sua fame di fama e denaro. Senza nascondere nulla, neppure quella la sua effettiva capacità autopromozionale, abilità straordinaria nella quale ha preceduto e superato lo stesso Andy Warhol; la mostra del Museo Reina Sofia fornisce al visitatore tutta la materia prima per farsi un’opinione sul lavoro di Dalì. Con l’esposizione di oltre 200 opere – e molti capolavori come ‘La persistenza della memoria‘ del MoMA – rende possibile avvicinarsi in profondità gli argomenti di un’opera che supera ogni classificazione. Alla fine Dalì resta amato o odiato come lo amavano e lo odiavano artisti del calibro di André Breton e Luis Buñuel coi quali pure aveva lavorato proficuamente (prima di rompere). In arrivo dal Centre Pompidou di Parigi, dov’è stata vista da quasi 800.000 persone (e all’articolo relativo rimandiamo per ulteriori approfondimenti) la mostra probabilmente è la più importante mai allestita sulla vita e il lavoro dell’artista nato e morto a Figueras (1904-1989).

Il percorso è segnato da dipinti, sculture lettere, audio, fotografie e installazioni. Musei di tutto il mondo hanno prestato le loro opere, oltre al già citato MoMA ecco la Tate, il Philadelphia Museum of Art, il Museo delle Belle Arti del Belgio, il Museo Dalì a Saint Petersburg (Florida) e, naturalmente, il Teatro-Museo Dalí a Figueras, e poi il Reina Sofia e il museo nazionale di arte moderna Centre Pompidou. La conclusione? Un bombardamento di capolavori: Il grande masturbatore, La tentazione di Sant’Antonio, The Spectre of Sex Appeal, Premonizione della Guerra Civile, La Metamorfosi di Narciso, il telefono afrodisiaco, la Venere coi cassettiwww.museoreinasofia.es (a.d)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto