Giornata dei Musei, Notte dei Musei. Mille eventi per la Cultura

Giornata dei Musei, Notte dei Musei. Mille eventi per la Cultura

Sabato sera? Tutti al museo tra concerti, performance, proiezioni , installazioni artistiche, letture, degustazioni, conferenze, lezioni, visite guidate e laboratori


Percorriamo chilometri per vedere le grandi mostre ma non conosciamo il museo civico a due passi da casa; ci lamentiamo della scarsa qualità della televisione ma continuano a restare ore ed ore davanti allo schermo; non avremmo i più bei musei del mondo, ne’ i più modernamente concepiti, ma abbiamo quelli più ricchi di bellezza, e pure quelli meno frequentati. Non può essere solo colpa della politica. Crediamo che “tempo libero” significhi avere la libertà di sprecare tempo, e quando ci ritroviamo infelici e demotivati non sappiamo più da che parte guardare perché anche le distrazioni poi vengono a noia. E allora perché distrarsi? Certo, rispettiamo i musei, da lontano, per pigrizia, perché ci siamo già stati in gita scolastica, e perché in un museo c’è sempre qualcosa che sfugge alla nostra comprensione, ma per cominciare a capire bisognerebbe cominciare ad entrarci, in un museo…

 

Sabato 18 maggio potrebbe essere l’occasione buona. In questa giornata, nel 1977, l’International Council of Museums, ha istituito la Giornata Internazionale dei Musei(GIM) per sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo dei musei nello sviluppo della società. L’anno scorso vi hanno aderito 32mila istituzioni museali in tutto il mondo, ciascuna con il proprio evento, la propria occasione di approfondimento (qui gli eventi in programma in Italia). Quest’anno il filo conduttore della giornata è

Musei (Memoria + Creatività) = Sviluppo Sociale. Espresso così, in forma di equazione, comprende i diversi concetti che sono essenziali per definire ciò che è oggi un museo.

 

LA NOTTE DEI MUSEI

Sponsorizzata dall’International Council of Museums, La Notte europea dei Musei nasce nel 2005 in Francia, patrocinata dall’Unesco e dal Consiglio d’Europa. In questa occasione i musei che aderiscono sono aperti gratuitamente sino all’una di notte (più spesso alle 24) permettendo una visita “insolita” alle proprie collezioni animata da concerti, performance di teatro e danza, proiezioni scenografiche, installazioni artistiche, letture, proiezioni video, degustazioni, conferenze, lezioni, visite guidate e laboratori.

I musei statali che aderiscono all’iniziativa sono centinaia, in molti di essi oltre alla normale visita alle collezioni o alle mostre è possibile partecipare ad eventi collaterali (qui tutte le iniziative) (qui tutti i musei statali aderenti alla Notte dei Musei in tutte le Regioni). A rimanere aperti nella serata di sabato anche numerosi musei privati, civici, diocesani ecc. (qui l’elenco completo).

 

LA NOTTE ROMANA

Particolarmente ricco il programma di Roma dove nel 2012 la Notte dei Musei ha visto una partecipazione di 250.000 persone. Nella Capitale la notte del 18 maggio saranno aperti straordinariamente e gratuitamente, dalle ore 20 fino alle 2 di notte, 100 spazi espositivi e culturali,  tra musei civici, musei statali, spazi privati, biblioteche comunali, accademie e  istituzioni culturali straniere, istituti e le case di cultura, siti archeologici della città. Sarà possibile visitare gratuitamente oltre 30 mostre ospitate dai musei interessati, ed assistere a concerti e iniziative in programma, per un totale di circa 200 eventi. Domani i dettagli del programma.

 

(g.m)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto