Gianini e Luzzati, un mondo meraviglioso al museo del Cinema

Gianini e Luzzati, un mondo meraviglioso al museo del Cinema

Gianini e Luzzati. Cartoni animati, a cura di Alfio Bastiancich e Carla Rezza Gianini, Torino, museo nazionale del Cinema dal 23 gennaio al 12 maggio 2013


Federico Fellini descriveva il cinema di Giulio Gianini e Emanuele Luzzati plaudendone la fantasia figurativa, l’estro umoristico, il senso della fiaba e le geniali soluzioni grafiche. Non ci sarebbe nulla più da aggiungere a quanto detto dal più immaginifico dei registi italiani, se non rimarcare la storia di un sodalizio artistico, quello formato da Gianini e Luzzati che, per alchimie difficilmente ripetibili, fa incontrare due talenti complementari. L’uno, Gianini, orientato agli aspetti cinematografici e tecnici l’altro, Luzzati, a quelli grafici e narrativi. In quasi quarant’anni di collaborazione i due hanno realizzato decine di film, e diversi capolavori, con la tecnica del découpage, cioè l’animazione di figure ritagliate e articolate su fondali scenografici. Un processo creativo straordinario e delicato, che mescola arte e perizia artigiana, creatività e tecnica sopraffina. Un processo che la mostra della Mole Antonelliana documenta portando alla visione i materiali originali dei film.

Oltre duecento personaggi, e poi bozzetti, scenografie, storyboard per raccontare di uno stile personalissimo in cui il teatro, la poesia e il disegno si fondono dando luogo a indiscutibili opere d’arte, come quella Gazza Ladra, del 1964 e il Pulcinella, del 1973 che valsero a Gianini e Luzzati due nomination agli Oscar.

La visita alla mostra – che si sviluppa tra l’aula del Tempio e la rampa elicoidale, incomincia con una successione di straordinarie tavole in découpage, cinque salette per imbattersi ne La Gazza Ladra, L’Italiana in Algeri, Pulcinella, Il Flauto Magico e Omaggio a Rossini, una sorta di preview di tutta la mostra, che porta il visitatore ad immergersi via via nel mondo fantastico del cinema d’animazione. Una serie di montaggi video con estratti dei diversi cartoni animati e materiali per ipovedenti completano questa prima parte dell’esposizione a completamento della quale, lungo la rampa elicoidale, troviamo tutte le altre tavole in mostra.

Una serie di eventi collaterali: proiezioni, incontri, laboratori consentono di approfondire la mostra che è realizzata dal museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con il museo Internazionale Luzzati Onlus e con la Rai. Informazioni: www.museocinema.it (g.m)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto