Fumetti, videointervista a Giuseppe Montanari disegnatore di Dylan Dog

Fumetti, videointervista a Giuseppe Montanari disegnatore di Dylan Dog

L’intervista in esclusiva a una colonna portante del fumetto italiano


Durante la fiera del fumetto di Milano dei giorni scorsi abbiamo avuto l’occasione di incontrare, ed intervistare, un guru delle colonne storiche del fumetto italiano: Giuseppe Montanari.

Lo sceneggiatore è infatti uno delle colonne portanti e dei migliori disegnatori di Dylan Dog, il rinomato personaggio della Sergio Bonelli.

Il duo Montanari e Grassani, per i dylandogofili come il sottoscritto, è un vero e proprio marchio di qualità: sue sono infatti alcune delle migliori storie dell’indagatore dell’incubo, così come del premiato duo sopracitato sono tutti i cosiddetti Maxi, pubblicazioni semestrali contenenti tre storie lunghe.

Ma Giuseppe Montanari, seppure sia strettamente collegato, per sua stessa ammissione, al detective di Craver Road, nella sua lunga carriera ha anche lavorato per pubblicazioni da bambini, come i vari Bugs bunny ed i Loonely toons.
Interessanti le metodologie di lavoro prima dell’avvento di internet: le tavole andavano infatti spedite via fax negli Usa per l’approvazione finale.

Domanda immancabile ad un esperto di fumetto come Montanari: come è cambiata la percezione dei “comics” in Italia? Se un tempo erano relegati a mera lettura (spesso vietata nelle scuole) per i bambini, oggi sono entrati nelle antologie, e si è arrivati, giã una decina di anni fa, a Palermo, ad accogliere gli inventori di Dylan Dog come dei veri e propri “eroi”.
Ecco l’intervista integrale al maestro. (luca ciurleo)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto