Fumetti. E’ uscito “The walking dead”, edito da SaldaPress

Fumetti. E’ uscito “The walking dead”, edito da SaldaPress

E’ uscito in questi giorni, in tutte le edicole, il fumetto “The walking dead”, edito da SaldaPress. Si tratta di un “comic” molto interessante, creato a partire dall’ottobre 2003 da Robert Kirkman ed illustrato inizialmente da Tony Moore e, a partire dal numero 7, da Charlie Adlard, che arriva finalmente in edicola nel cosiddetto “formato Bonelli” (96 pagine al costo di 2,90 euro), complice anche l’enorme successo mondiale che sta ottenendo l’omonima serie tv trasmessa negli USA da AMC ed in Italia da Fox.


Una serie che parla di “walking dead”, “morti camminanti”, ovvero di zombie, ma che si differenzia sostanzialmente dalle precedenti per l’intensità della trama e la durissima violenza della serie.
Come afferma lo stesso Kirkman, un ragazzotto americano anticonformista (inventò la serie Battle Pope, con un un papa cattolico supereroe) che aveva già trattato il tema zombie nella saga della Marvel “Marvel’s zombie” (dove i vari Spiderman, Hulk, Fantastici 4, rimanevano vittime di un virus alieno che li trasformava in morti viventi), la cosa che maggiormente lo infastidiva dei film di questo genere era il finale, che risultava sempre “monco”, lasciando l’amaro in bocca e lo spettatore chiedersi “e poi?…”.

Proprio da queste premesse nasce la saga, che ha superato quota 100 albi: si vogliono seguire le vicende di un gruppo di sopravvissuti a questa terribile epidemia, analizzando come effettivamente, l’avvento dei morti viventi, abbia modificato, e non poco, le dinamiche sociali.
Il leitmotiv di tutta la serie, soprattutto con l’arrivo del terrificante Governatore (a cui è stato dedicato addirittura uno spin-off con un romanzo scritto da Kirkman insieme a Bonansiga) è alquanto singolare e di una profondità tale che non ti aspetti da un fumetto horror: “Combatti i morti, difenditi dai vivi”. Già, perché, soprattutto dopo i primi albi, ci si accorge che i morti si possono combattere, ed anche abbastanza semplicemente. Basta schiacciar loro il cervello, colpirli alla testa, ed il gioco è fatto.

Ma con i vivi tutto questo non è così semplice. Anzi, le cose diventano terribilmente complesse. In modo specifico “moralmente” poiché uccidere un uomo è diverso da uccidere uno zombie. Già, perché chi sono i buoni? Gli incontri con i sopravvissuti e gli altri gruppi di esseri umani superstiti sono quasi sempre negativi. Ci sono ex carcerati, gruppi di cacciatori cannibali, sadici governatori di colonie, persone talmente stressate che non esitano ad uccidere, in raptus omicidi, diverse persone… Con la differenza che gli zombie si riconoscono da lontano, mentre gli altri esseri umani cattivi possono anche sembrare, in un primo momento, “persone perbene”.

Arriviamo alle note negative della serie, soprattutto per quel che riguarda quest’ultima riproposizione targata SaldaPress. I volumi di Kirkman erano già usciti tradotti in italiano proprio da SaldaPress, che riproponeva le raccolte di sei albi, ovvero i volumi brossurati americani di grande formato editi a partire dal 2005.

Purtroppo però, per diverso tempo, le traduzioni sono arrivate a singhiozzo, con lunghi periodi di assenza e molte difficoltà nel trovarli nelle fumetterie. Questo ha fatto sì che molti appassionati, tra cui il sottoscritto, ricercassero le edizioni originali americane (tra l’altro facilmente reperibili su Amazon), caratterizzate anche da una carta patinata di qualità nettamente migliore rispetto a quella della Saldapress.

La nuova iniziativa editoriale ha il vantaggio del prezzo molto ridotto (2,90 euro a fronte della decina necessaria per acquistare il volume cartonato), ma ha due svantaggi consistenti: il formato e la scansione delle storie.

Il formato “bonelliano” è perfetto per i fumetti della Sergio Bonelli, studiati appositamente per stare in una pagina su tre strisce. Dylan Dog, Tex, Magico Vento, Greystorm, Carvan, Cassidy, Julia e la nutrita famiglia di personaggi di questo colosso del fumetto italiano sono studiati appositamente per sfruttare al meglio questo formato editoriale. I comics americani, invece, molto meno aderenti alle rigide griglie Bonelliane, necessitano di un formato più grande per essere apprezzati. Le “strisce” si susseguono, in The Walking dead come anche nei DC Comics o nei Marvel, in maniera irregolare, con i personaggi che “escono” dalle griglie. E si tratta di disegni più dettagliati, che rinchiusi in un formato bonelliano reclamano giustizia, risultando schiacciati ed assolutamente non valorizzati. In questo formato gli straordinari disegni di Tony Moore vengono “soffocati” ed “uccisi”.
Il secondo punto fortemente a sfavore di questa edizione è la scansione delle storie: vengono inseriti 4 albi originali (i cosiddetti issues), invece di 6, “sfasando” completamente il continuum della storia.

Gli appassionati ed i cultori del fumetto e della serie tv (che tanto si discosta dalla versione cartacea) conosceranno bene la figura di Shane, l’amico-antagonista del personaggio principale, Rick Grimes, sceriffo della zona di Atlanta rimasto in coma diversi mesi e svegliatosi, ignaro, nel bel mezzo dell’epidemia. Ecco, la morte di Shane, ucciso dal figlio di Rick, Carl, un bambino di soli 8 anni, è la degna conclusione del primo volume, che tocca il più alto pathos emotivo. Nella nuova serie formato Bonelli questo momento altissimo, che quasi ti “obbliga” a continuare la serie, insinuandoti una morbosa curiosità sul prosieguo della storia, si colloca a metà del secondo volume, facendo finire il primo ed il secondo albo senza colpi di scena.
Peccato.

Su “The walking dead” ritorneremo, per notare le differenze tra la serie tv e l’opera originale di Kirkman.
Nel frattempo un consiglio a tutti: acquistare questo fumetto per scoprire come le “grafic novel” ed il fumetto non siano un genere letterario da nerd o riservato ai bambini, ma un vero e proprio gioiello narrativo, spesso riservato agli adulti, gli unici che possono capire i delicati riferimenti e le complesse tematiche. (Luca Ciurleo)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto