Frida Kahlo e Diego Rivera: “arte fusa”, a Parigi

Frida Kahlo e Diego Rivera: “arte fusa”, a Parigi

Frida Kahlo /Diego Rivera: Arte fusa a Parigi, Musee de l’Orangerie, dal 9 ottobre al 13 gennaio 2014


In attesa della mostra di primavera alle Scuderie del Quirinale, l’immagine e l’immaginario (fortissimo) di Frida Kalho vivono nella grande esposizione organizzata dai musei d’Orsay e Orangerie con importanti prestiti dal Museo Dolores Olmedo, l’istituzione messicana che detiene un’importante collezione delle opere di Frida.

Frida e Diego nel 1932

Se Frida Kahlo (1907-1954) è oggi uno dei più conosciuti e popolari artisti dell’arte messicana del ventesimo secolo, è grazie alla sua personalità e all’originalità di un lavoro che è sfuggito ad ogni tentativo di classificazione. La vita e l’opera di Frida sono inseparabili da quelli del suo compagno Diego Rivera (1886-1957). Entrati insieme nella leggenda e nel  pantheon degli artisti messicani del XX secolo.

 

Fu un’unione turbolenta la loro, due vite intimamente legate da un matrimonio, un divorzio e nuove nozze, e da una devozione condivisa per il Messico, per l’arte e la politica. Ma non provate con ciò a cercare i segni di una reciproca influenza, perché non ne troverete. Troppo forti erano le personalità individuali per non mantenere ciascuno un’identità artistica separata, eppure entrambi sono figure centrali del modernismo messicano. Il loro lavoro parla di un orgoglio patrio alimentatosi sugli ideali della rivoluzione del 1910 e di  un impegno per migliorare le condizioni dell’uomo comune. Rivera è un possente eroe socialista, famoso per i suoi grandi murales politici raffiguranti lavoratori e lotta di classe, forti le influenze cubiste nel primo periodo del suo percorso, e le influenze europee che seppe trapiantare sulle sue radici. Frida invece è un’icona femminista, dipinge essenzialmente se stessa ma è capace di presentare una panoramica fortissima sul ruolo femminile e di affrontare – partendo dalla sua pesantissima condizione di vita – le questioni universali dell’amore, del dolore e della sofferenza.

 

L’originalità della mostra dedicata alla coppia mitica incarnata da Diego Rivera e Frida Kahlo è quello di presentare le loro opere il più possibile insieme. Occasione per individuare le loro profonde differenze e il loro essere complementari nel, questo sì comune, viscerale attaccamento alla terra messicana in una costante evocazione tra vita e morte, religione e rivoluzione, realismo e misticismo, operai e contadini. (www.musee-orsay.fr ) (a.d)

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto