FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia Zullo

FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia  Zullo

Le opere della fotografa Giuliana Mariniello saranno nuovamente protagoniste di una mostra dedicata al grande mito di Marilyn Monroe .

La mostra dal titolo Marilyn Forever è anche il titolo di un libro di Giuliana Mariniello che sarà presentato proprio in occasione della mostra .


Giuliana Mariniello prosegue la sua ricerca fotografica sul tema della rappresentazione del ‘femminile’ attraverso la figura di Marilyn Monroe, icona per antonomasia della nostra cultura. Le fotografie, presenti nella mostra e nel libro, documentano l’uso delle immagini della diva in vari contesti della vita quotidiana: negozi, mercatini, case, poster o abbigliamento. Il fenomeno ‘Marilyn’ viene visto come paradigmatico del processo di ‘reificazione’ che connota sempre più il mondo contemporaneo e offre un’occasione di riflessione sul mondo delle immagini e sulla dicotomia realtà-apparenza. Come scrive Bruno Di Marino nella ricerca della Mariniello c’è la “volontà di sollevare il falso velo della felicità che copre quel volto, di demistificare il sex symbol”.

INTERVISTA A GIULIANA MARINIELLO

FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia  ZulloDopo la sua pubblicazione il libro Marilyn Forever viene di nuovo presentato a Roma presso la Libreria Fahrenheit. Hai delle considerazioni da fare?

Sono contenta che il libro stia andando bene, che abbia ricevuto delle buone recensioni e sia stato presentato anche nel corso dei Rencontres de la Photographie di Arles. In quell’occasione è stato in mostra presso lo spazio dedicato all’editoria fotografica insieme a molti volumi di autori prestigiosi. Attualmente delle copie si trovano presso la Biblioteca della Ecole Nationale de la Photographie di Arles e il Centro della Fotografia di Valparaiso in Cile e quindi la circolazione del libro in ambito specialistico mi fa molto piacere.

FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia  ZulloE le persone che hanno collaborato al libro?

Desidero ringraziare Bruno Di Marino, lo studioso di cinema che ha scritto un testo critico molto denso sul tema dell’icona nella cultura contemporanea, il Prof. John-Raphael Staude dell’Università della California per il suo testo di taglio junghiano su Marilyn come archetipo del femminile e lo scrittore e poeta Silvio Raffo per la bella poesia scritta appositamente per il libro, Sul ciglio dell’abisso. E poi autori che hanno apprezzato il mio lavoro: Nino Migliori che mi ha incoraggiato a farne un libro, Mario Cresci che mi segue sempre con grande interesse e Douglas Kirkland, uno dei fotografi di Marilyn, che è stato mio insegnante in due workshop sul ritratto e in qualche modo il punto di contato con Marilyn Monroe. E poi sono grata ai tanti amici e colleghi che apprezzano e sostengono con affetto il mio lavoro.

FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia  ZulloE ora finalmente la mostra fotografica in cui esponi molte immagini del libro. Che cosa ci racconti?

Sono contenta di poter finalmente esporre circa 20 foto del mio lavoro che è stato portato avanti nel corso di vari anni in diverse città: Roma, Milano, Napoli, Trieste, Palermo, Siena, Parigi, Arles New York. Questo lavoro è una continuazione della mia ricerca sul femminile come, ad esempio, in Paesaggio con figure e Oscuri oggetti del desiderio. Il fenomeno Marilyn è stata l’occasione per una ulteriore riflessione sulla scissione del femminile fra realtà e rappresentazione. Infatti l’attrice ha espresso in maniera macroscopica la dicotomia fra anima e corpo, fra l’immagine sullo schermo o nelle foto e la realtà interiore. E Marilyn ci porta a riflettere ancora una volta, a più di 50 anni dalla sua scomparsa, sulla funzione del femminile nel mondo contemporaneo che ha fatto pochi passi avanti. Non è forse ancora attuale l’affermazione di Marilyn “Un sex symbol diventa un oggetto. Io odio essere un oggetto”?

FOTOGRAFIA. GIULIANA MARINIELLO E LA SUA MARILYN di Virginia  Zullo

INFO:

Sabato 28 marzo 2015, h. 18

Inaugurazione della mostra fotografica e presentazione del libro Marilyn Forever (Gangemi Editore).

Parteciperanno l’Autrice, la giornalista e regista Virginia Zullo e il poeta Silvio Raffo con un reading di testi di Marilyn Monroe tratti dal libro Fragments.

Luogo: Libreria Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori 44, 00186 Roma

Info: libreriafahrenheit451@yahoo.com; tel. 06-6875930

Orari:

lun 16-22, mar-gio 10-13.30/ 16-22, ven-sab 10-13.30/16-24, dom 11-14/16-22.

Ingresso libero





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto