Nuovi film. “Morta di soap” con Riondino, Golino, Ferrari e Ramazzotti

Nuovi film. “Morta di soap” con Riondino, Golino, Ferrari e Ramazzotti

Nuovo film italiano con un cast davvero ricco di personaggi. Storia intricata ma che sarà sicuramente intrigante e con tanti colpi di scena


Il protagonista maschile sarà Michele Riondino, reduce dal successo di “Il giovane Montalbano”. E accanto a lui tre delle più apprezzate attrici italiane: Valeria Golino, Isabella Ferrari e Micaela Ramazzotti. Cast stellare per il film “Morta di soap” ispirato alla storia vera di Adele Pandolfi. Ma anche se alcuni degli avvenimenti che verranno raccontati dalla pellicola si sono realmente verificati, la narrazione è interamente frutto della fantasia degli autori che hanno voluto incrociare linguaggi diversi: dal repertorio della fiction “Un posto al sole” a pagine giornalistiche e al “girato” dalla troupe di questo lungometraggio.

 

Punto di partenza è l’impegno dell’artista di Pozzuoli nella serie di Rai 3. Per quasi mille episodi, realizzati nell’arco di un quadriennio, ha indossato i panni del personaggio, molto amato dal pubblico, di Rita Giordano, ma a un certo punto gli sceneggiatori decidono, per dare nuovi stimoli alla soap, di farla uccidere da un camorrista. Pandolfi, che ha ricostruito la sua vicenda in un libro, si sente vittima di un’ingiustizia e ritiene inoltre che sia stato lanciato un messaggio sbagliato al pubblico. L’occasione di riscatto arriva, dopo un lungo periodo a base di particine e televendite, quando una nota e potente conduttrice televisiva, Guia Mauri, la invita a partecipare a una puntata del suo talk-show. E’ il 25 gennaio 2008 quando Adele – a cui in quest’opera presterà il suo volto Golino – interviene alla trasmissione, ma per un gioco del destino è costretta a “competere” con le discussioni sull’emergenza rifiuti a Napoli e sulla caduta del governo. La presentatrice, che sarà interpretata da Ferrari, teme di perdere punti di share dedicandosi al caso dell’attrice “morta di soap” e preferisce puntare sull’attualità con tanto di collegamento in diretta con il duomo del capoluogo partenopeo dove i fedeli attendono che san Gennaro faccia il miracolo di liberare la città dai cumuli di spazzatura che la soffocano. Le cose, tuttavia, non vanno come previsto e, anzi, gli ospiti, dai politici agli opinionisti, “brillano” per spudoratezza pur di attirare su di loro la luce rossa delle telecamere. Regista sarà Antonietta De Lillo. Il costo stimato di questa produzione della società Marechiarofilm è compreso fra i due milioni e i due milioni e 700mila euro. (Marco Fornara)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto