Europa 2010: un anno di mostre

Europa 2010: un anno di mostre

Diverse le grandi mostre nelle quali ci si potrà imbattere nei prossimi tempi percorrendo le strade d’Europa, i musei del…


Diverse le grandi mostre nelle quali ci si potrà imbattere nei prossimi tempi percorrendo le strade d’Europa, i musei del vecchio Continente hanno in serbo un 2010 ricco di proposte e non mancano gli spunti originali. Quella che segue è una breve guida agli eventi espositivi più interessanti, a nostro parere.

GRAN BRETAGNA

Londra: la più importante mostra che la capitale britannica abbia dedicato a Vincent Van Gogh da 40 anni. “The Real Van Gogh. The artist and his letters” inaugurerà il 23 gennaio ed andrà avanti sino al 18 aprile alla Royal Academy (leggi l’articolo) .

Le Tate Gallery replicano con un programma decisamente intenso. Alla Tate Britain dal 24 febbraio all’8 agosto di scena Henry Moore, antologica che propone oltre 150 opere del più grande scultore inglese

Alla Tate Modern dal 30 settembre al  16 gennaio 2011 in mostra le opera di Paul Gauguin per quella che è annunciata come la più grande esposizione che Londra abbia dedicato al maestro dell’arte moderna.

Alla Tate Liverpool, dal 21 maggio al 30 agosto “Picasso: Peace and Freedom”. La mostra, che sottolinea l’attività politica del genio catalano presenterà oltre 150 opere in arrivo da tutto il mondo.

Un tuffo nel Rinascimento italiano al British museum, dove dal 22 aprile al 25 luglio sarà presentata la mostra di disegni “Fra Angelico to Leonardo”. In marzo (dal 4/3 al 6/6) il museo propone un interessante mostra di sculture dell’Africa occidentale dal XII al XV secolo.

GERMANIA

Con la regione della Ruhr nominata capitale europea della cultura 2010 (leggi articolo), la Germania è un Paese da tenere d’occhio per i turisti culturali. Oltre le numerose inizitive che riguarderanno la regione di Essen, segnaliamo:
A Monaco “Le trasformazioni della moda” (22 gennaio – 16 maggio) allo Stadtmuseum. Un interessante “viaggio” attraverso la storia della moda che, con il passare del tempo, ha variamente vestito, costretto o liberato la donna. Sono in esposizione abiti per signora, corsetti, biancheria intima, accessori e anche manifesti, poster e fotografie.

Alla Kunsthalle di Monaco, dal 12 febbraio al 23 maggio, l’occasioneper scoprire la cultura dei Maharaja e ammirare i tesori provenienti da collezioni private e musei indiani e dal Victoria & Albert Museum di Londra, che risalgono al periodo dal 18° secolo alla fine del dominio britannico in India.

OLANDA

Dal 24 gennaio 2010 al Gemeentemuseum Den Haag de L’Aja una mostra ripercorre l’opera di Paul Cezanne affionacandola a quella di due altri grandi maestri: Pablo Picasso e Piet Mondriaan. I dipinti provengono da collezioni internazinali come quella del Centre Pompidou di Parigi, il Kunstmuseum di Basilea e il Metropolitan Museum di New York.

PARIGI

Sarkis, Patrick Jouin, Lucian Freud e “Les Promesses du passé”, evento dedicato all’arte dei Paesi dell’Est Europa; sono le mostre che caratterizzeranno il 2010  al Centre Pompidou.

Al Grand palais per il ciclo “Monumenta 2010”, fino al 21 febbraio è in corso la personale di Christian Boltanski. Si tratta di un’installazione inedita  che riflette sulla natura ed il senso dell’umanità. Dal 24 febbraio al 24 maggiola mostra dell’anno  “Turner et les Maîtres”, dove alle  opere del pittore  inglese saranno affiancati dipinti che ne hanno ispirato il genio. In mostra   opere di Canaletto, Rembrandt, Rubens e Claude le Lorrain.

Dal 16 febbraio all’11 luglio, il museo del Quai Branly propone al pubblico la scoperta di una “fabbrica d’immagini” che tocca i cinque continenti. In 160 opere
Si attraversano i quattro grandi modelli iconografici creati dall’uomo, in Africa, nell’Europa dei secoli  XV-XVI, nelle Americhe degli indios d’Amazzonia e degli Inuit d’Alaska, quindi nell’Australia degli aborigeni.

Ricco il 2010 al Museo d’Orsay .  Dal 15 marzo al 27 giugno, “Delitto e castigo” mostra sull’attrazione che il crimine ha sortito sulla rappresentazione pittorica dal XVII secolo in avanti. Sempre dal 15 marzo, di scena un’antologica su Meijer de Haan (1852-1895), artista noto soprattutto noto per i ritratti spesso misteriosi che l’amico Paul Gauguin dipinse ispirandosi proprio alle sue opere.

Al Louvre la prossima mostra xhe sarà inaugurata, il 3 marzo, sarà “Sainte Russie”, un viaggio nell’arte russa dalle origini sino a Pietro il Grande.

SPAGNA

Il museo del Prado di Madrid, espone nella sala del Tesoro del Delfíno “La Natività” di Pietro da Cortona, opera recentemente restaurata e non esposta da lungo tempo. Dall’8 marzo al 23 maggio, “L’arte al potere. La real Armeria e il ritratto di corte in Spagna”, mostra che ha già conquistato il pubblico di Washington.

Sempre a Madrid, “Monet e l’astrazione” dal 23 febbraio al Thyssen-Bornemisza. Nello stesso museo, dal 22 giugno “Domenico Ghirlandaio. Ritratto di Giovanna Tornabuoni”. Attorno all’opera del pittore fiorentino del ‘400, custodita al museo,  si costruisce una mostra con dipinti di Botticelli e Pollaiuolo.

Al MACBA di Barcellona da maggio una delle mostre più originali: “La moneta falsa: dall’antichità all’euro”, un percordo denso di curiosità che spiega come la storia della moneta falsa sia antica come quella della moneta legale.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto