Enrico Bagnoli, il disegnatore di Martin Mystere, è morto

Enrico Bagnoli, il disegnatore di Martin Mystere, è morto

Aveva 87 anni una delle matite più famose d’Italia, quando si è spenta nella sua casa di Milano. Addio a Enrico Bagnoli, simbolo del fumetto italiano.


La Sergio Bonelli Editore ha dato l’annuncio della scomparsa di Enrico Bagnoli, il cui nome è sicuramente sinonimo del fumetto Martin Mystere.

Già all’età di 18 anni collabora con le Edizioni Alpe realizzando episodi di Volpe e Saetta. Successivamente lavora per il settimanale L’Intrepido, per il periodico Dinamite e per il noto fumetto per bambini Topolino. Dal 1954, esercita la sua professione per molte case editrici straniere, come le francesi Dargaud e Éditions Mondiales, le americane DC Comics e St. John Publications, l’inglese Fleetway e la tedesca Springer Verlag. Negli anni sessanta, viene assunto dalla Arnoldo Mondadori Editore come responsabile di testate come Classici Audacia, Superman e Batman. Nel 1969 diventa redattore del Corriere dei Piccoli e, in seguito, lavora presso la Fratelli Fabbri Editori occupandosi di editoria didattica.

Nel 1985 Bagnoli cominciò a disegnare le storie a fumetti di Martin Mystere, inizialmente firmandosi con lo pseudonimo di “Henry”, una collaborazione che è proseguita con costanza e dedizione fino alla sua scomparsa. Ideata da Alfredo Castelli ed edita da Sergio Bonelli dal 1982, la serie Martin Mystere è incentrata sulle avventure di un professore che indaga su molti misteri non risolti come Atlantide e altri luoghi mitici e leggendari, Ufo, parapsicologia, enigmi della storia, dell’archeologia e della scienza.

 

Fonte: Adnkronos





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto