Dal pc alle segrete stanze degli imperatori cinesi

Dal pc alle segrete stanze degli imperatori cinesi

Le porte della Città Proibita si spalancano agli internauti. Si chiama “The Forbidden City – Beyond Space and Time” il…


Le porte della Città Proibita si spalancano agli internauti. Si chiama “The Forbidden City – Beyond Space and Time” il progetto di IBM presentato nei giorni scorsi a Roma. Un viaggio virtuale e tridimensionale nell’età d’oro della Cina imperiale, all’epoca delle dinastie Ming e Qing è quanto offre l’ambiente ricostruito al computer dagli esperti della multinazionale dell’informatica che vi hanno lavorato per tre anni. Il visitatore non ha più bisogno di volare a Pechino, ma può immergersi da casa nei più importanti luoghi della Forbidden City, ammirarne sale e sculture:  i dragoni, le supreme sale dorate, il giardino imperiale e gli animali simbolici. Un cicerone virtuale conduce l’ospite   dentro la Città e, come un vero viaggiatore, avrà anche la possibilità  di interagire con gli altri visitatori. In definitiva l’ambientazione può ricordare una “Second life”, ma rigorosamente in versione imperiale. (An. Dur)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto