Da Cimabue a Morandi a Bologna

Da Cimabue a Morandi a Bologna

Sette secoli di storia dell’arte


Una grande mostra curata da Vittorio Sgarbi a Bologna, nelle splendide sale di Palazzo Fava Palazzo delle Esposizioni, affrescate dai Carracci: un percorso espositivo che viaggia nel tempo, dal Duecento al Novecento, per sottolineare l’importanza della tradizione artistica di Bologna, uno dei centri più importanti della storia dell’arte italiana ed europea.

 

Duecento opere provenienti da chiese, istituzioni e importanti collezioni private, che illustrano capolavori di artisti conosciuti in tutto il mondo, un modo per omaggiare la lezione del critico Roberto Longhi, che consacrò Morandi come il primo pittore italiano del suo tempo.

Cimabue (Cenni di Pepo called 1240-1302): Madonna and child. Bol

La mostra raccoglie capolavori straordinari: dalla Madonna in trono con il Bambino e due angeli di Cimabue a Niccolò dell’Arca, da Vitale da Bologna al Parmigianino, per arrivare alla splendida Venere e satiro con due amorini di Annibale Carracci, passando per La caduta dei Giganti di Guido Reni e L’annunciazione del Guercino, fino a rimanere senza parole davanti all’Estasi di Santa Cecilia di Raffaello.

Morandi_013a_NM

 

Scorrono in mostra altri celebri nomi della storia dell’arte come Antonio Canova, massimo esponente del Neoclassicismo, Arturo Martini, figura dominante della scultura tra le due guerre, Giorgio Morandi con le sue nature morte uniche e inimitabili di vasi e bottiglie, per concludere con il fondatore del movimento spazialista, Lucio Fontana.

Giovanni Antonio Burrini (Bologna, 1656-1727) Erminia tra i pastori 1686:1690 olio su tela, 186,5 x 220

L’esposizione è inoltre un omaggio a Carlo Cesare Malvasia, autore del volume Felsina pittrice del 1678, una raccolta di biografie di artisti emiliani e romagnoli.

PIEVE DI CENTO (BOLOGNA), CHIESA COLLEGGIATA DI SANTA MARIA MAGG

Info

Da Cimabue a Morandi. Felsina Pittrice

Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni, Bologna

14 febbraio – 17 maggio 2015

www.genusbononiae.it

 

Guido Reni (Bologna 1575 - 1642) Caduta dei Giganti  1640-42, olio su tela

Raffaello Estasi di Santa Cecilia 1516, olio su tela

Raffaella Ferrari





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto