Annus Horribilis, l’ultima fatica di Bocca in libreria il 27

Annus Horribilis, l’ultima fatica di Bocca in libreria il 27

C’è un succulento “minestrone” nell’ultimo libro di Giorgio Bocca, “Annus Horribilis” in libreria dal 27 prossimo per i tipi della…


C’è un succulento “minestrone” nell’ultimo libro di Giorgio Bocca,Annus Horribilis” in libreria dal 27 prossimo per i tipi della Feltrinelli. Si parla della crisi economica e dell’autoritarismo strisciante, del circo berlusconiano e del discredito internazionale. Non può mancare quello che Bocca definisce come “suicidio della sinistra” e il “ritorno dei fascisti”. E’ l’Italia delle ronde e l’Italia dei respingimenti. Il 2009, per lo scrittore, sarà ricordato come un anno nero della nostra storia. Un anno in cui molti nodi sono venuti al pettine, tutti insieme, e ci hanno riconsegnato un paese stanco, involgarito, ripiegato su se stesso e sui suoi atavici difetti. Lo scrittore racconta il nostro Annus Horribilis con la veemenza e l’intransigenza di cui può essere capace solo un grande “antitaliano” come lui. La sua è un appassionato j’accuse contro i mali apparentemente inestirpabili della nostra vita pubblica: il trasformismo, l’opportunismo, la memoria corta, la furberia diffusa, l’impunità, l’ossequio al potente di turno e chi ne ha più ne metta.

Giorgio Bocca è nato a Cuneo nel 1920 è tra i giornalisti più importanti. Una carriera ormai cinquantennale che registra numerose pubblicazioni in un vasto arco di interessi che spazia dall’attualità politica e dall’analisi socioeconomica all’approfondimento storico e storiografico. Tra le sue opere: Palmiro Togliatti (1973); La Repubblica di Mussolini (1977); Storia dell’Italia partigiana (1966); Storia d’Italia nella guerra fascista (1969); Il provinciale. Settant’anni di vita italiana (1992); L’inferno. Profondo sud, male oscuro (1993).





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto